Questo sito contribuisce alla audience de

SAC: Von Appen profeta in patria, Colturi vince in combinata. A Coronet Peak i giovani con Stoffel e Teo Zampa

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Sci Alpinocircuiti estivi

SAC: Von Appen profeta in patria, Colturi vince in combinata. A Coronet Peak i giovani con Stoffel e Teo Zampa

A La Parva la conclusione della tappa di South American Cup, mentre in Nuova Zelanda sono la svizzera e lo slovacco a conquistare i giganti FIS odierni.

Ultime gare di SAC sulle nevi cilene di La Parva, con le combinate che hanno chiuso il programma della tappa del circuito sudamericano che ripartirà a metà settembre dal Cerro Castor, dove probabilmente vedremo al via tanti atleti da Coppa del Mondo che si stanno allenando nel comprensorio argentino.

Ieri è arrivato il primo successo, dopo tanti podi, per Henrik Von Appen che è risultato profeta in patria conquistando il primo posto in una combinata che, dopo la discesa, ha visto i big francesi e tedeschi, da Clarey a Bailet sino a Baumann e Jocher, rinunciare allo slalom. Rispetto ai diretti rivali, il cileno ha comunque guadagnato ampio margine nella prova di velocità, difendendosi tra i pali stretti per vincere con 1”67 di margine nei confronti dell'argentino Tiziano Gravier, con il britannico Samuel Todd-Saunders 3° a 2”91, davanti all'altro cileno Figueroa, questa volta giù dal podio.

Decimo posto per l'unico italiano in gara, Carlo Giulio Arduino.

La combinata femminile ha visto classificarsi solo tre atlete (dopo la discesa hanno rinunciato allo slalom tre velociste pure come Fleckenstein, Mangan e Muzaferija), con Lara Colturi a conquistare la sua sesta vittoria in South American Cup, della quale comanda la classifica generale, con oltre 2 secondi e mezzo di vantaggio rispetto alla solita Francesca Baruzzi Farriol, mentre la cilena Matilde Pinilla ha concluso ad oltre 18”.

Quest'oggi a Coronet Peak sono andati in scena altri due giganti FIS, con i giovani premiati visto che è arrivata la prima bella vittoria a questi livelli del classe 2002 Teo Zampa, il più “piccolo” dei fratelli slovacchi, che ha battuto i due neozelandesi Willis Feasey e Jack Adams, rispettivamente di 15 e 17 centesimi. Ottima la prova di due giovani azzurri, con Denis Villgratter 6° e Vittorio De Pieri 8°, mentre il vincitore della gara di giovedì, Ian Gut, è uscito nel corso della prima manche.

Tra le donne, esulta la svizzera Elena Stoffel, che ha preceduto con un vantaggio di 79 centesimi la connazionale Lara Baumann, con l'australiana Lily Tomkinson terza a 2”70. Sabato altre due gare sulle nevi neozelandesi, con gli slalom validi per i campionati nazionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
139
Consensi sui social

SCARPONI, SCELTI DAI LETTORI