Questo sito contribuisce alla audience de

Questa Gut-Behrami sta vivendo su una nuvola. Svizzera padrona anche con Odermatt: "Ogni vittoria diversa e speciale"

Foto di Redazione
Info foto

2024 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo 2023/24

Questa Gut-Behrami sta vivendo su una nuvola. Svizzera padrona anche con Odermatt: "Ogni vittoria diversa e speciale"

I due giganti odierni hanno visto i fuoriclasse rossocrociati trionfare in maniera completamente differente, per una Coppa del Mondo che prende la strada del Ticino in campo femminile, mentre il Canton Nidvaldo è pronto ad accogliere la terza del fenomeno di Buochs. Robinson, quarta rabbia per quel centesimo che la divide dal successo che attende da quasi 3 anni...

Svizzera padrona, non è certo una novità negli ultimi anni ma Lara Gut-Behrami da una parte e Marco Odermatt dall'altra stanno facendo qualcosa di decisamente speciale.

Partiamo dalla ticinese e da quanto visto oggi a Soldeu, con il quarto gigante vinto in stagione dalla campionessa mondiale 2021 nella specialità, nella maniera più rocambolesca dell'inverno e forse della carriera, con quel centesimo su Alice Robinson dopo aver recuperato otto posizioni nella manche decisiva. Un timbro pesantissimo sulla possibile conquista della sua prima sfera di cristallo tra le porte larghe, ora con 135 lunghezze di margine rispetto a Federica Brignone quando ci sono solo i giganti di Are e delle finali di Saalbach nel menu.

Ed è arrivato il sorpasso nei confronti di Mikaela Shiffrin in vetta alla generale, con il “+5” sulla statunitense che potrebbe diventare molto più ampio dopo il trittico di velocità nel prossimo week-end a Crans-Montana, con l'ex leader che rimarrà quasi certamente ancora ai box e Lara in totale fiducia. “Devo dire che è stata una 2^ manche decisamente... movimentata – alcune delle dichiarazioni di Gut-Behrami nel post gara – Ho spinto al massimo, ho rischiato e stavolta mi è andata decisamente bene, non pensavo però di poter vincere”.

Sul podio con lei, la quarta volta stagionale in top-3 senza vincere per Robinson, ma Alice ora è davvero ritrovata e, sulla pista del suo primo podio in CdM, alle finali di 4 anni fa, oggi è andato davvero ad un soffio da quel sigillo che le manca da Lenzerheide 2021. Giornata speciale anche per AJ Hurt, terza a 0”15 e per la prima volta su un gradino del podio anche in questa specialità, dopo quello in slalom a Kranjska Gora. Questa ragazza potrà davvero farne vedere di belle nei prossimi anni...

A Bansko, invece, è stata l'ennesima giornata trionfale per Marco Odermatt: 9° gigante consecutivo vinto in CdM, podio numero 23 in serie nella specialità e staccato definitivamente Stenmark per una striscia ancora aperta, con il record di punti e di successi in stagione assolutamente battibile in questo 2023/24 ancora più clamoroso dell'inverno precedente.

Ogni vittoria è bella, non importa dove la ottieni – ha spiegato il 26enne fenomeno di Buochs a SRF Sport – Ai numeri non dovresti pensare troppo, ma è fantastico anche il risultato dell'intera squadra. Questo lo rende due volte più bello e divertente ed è stato anche interessante avere due manche totalmente diverse qui a Bansko: nella seconda, tracciata dal nostro allenatore, ho certamente potuto spingere di più, c'era maggiore velocità”.

E i sorrisi erano tanti anche per Alexander Steen Olsen, al primo podio in gigante e favoloso oggi in particolare sul ripido della pista dedicata ad Alberto Tomba, e Manuel Feller di nuovo là davanti nella sua seconda specialità.

Li rivedremo domani in slalom, il norvegese e l'austriaco pronti a regalare ancora spettacolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
679
Consensi sui social

ABBIGLIAMENTO, SCELTI DAI LETTORI