Questo sito contribuisce alla audience de

Partita la corsa per l'Atleta dell'Anno FISI 2018

Partita la corsa per l'Atleta dell'Anno FISI 2018
Info foto

Fisi Pentaphoto

Sci AlpinoSport invernali

Partita la corsa per l'Atleta dell'Anno FISI 2018

E' ufficialmente scattata la corsa per la nomina dell'"Atleta dell’Anno FISI 2018", il consueto riconoscimento all'atleta che meglio ha rappresentato la Federazione Italiana Sport Invernali e l'Italia nella scorsa stagione di competizioni.

Come sempre saranno i voti degli appassionati e dei tifosi a decretare il vincitore che verrà annunciato nel corso di Modena Skipass, la Fiera degli Sport Invernali in programma a ModenaFiere dall'1 al 4 novembre. In lizza per il riconoscimento ci sono solo cinque candidati e sarà possibile per gli appassionati esprimere la propria preferenza scrivendo una email all'indirizzo atletafisi@fisi.org entro la mezzanotte di domenica 28 ottobre. E’ vietato per tutti gli utenti votare più di una volta, nel caso di voti multipli quelli successivi al primo voto espresso non verranno conteggiati. Di seguito la lista dei cinque candidati con le schede elaborate dall’Ufficio Stampa della FISI.

BRIGNONE FEDERICA

Medaglia di bronzo nel gigante femminile olimpico di PyeongChang, terza classificata nella Coppa del Mondo di combinata, tre vittorie in tre discipline diverse e cinque podi totali sono il bottino della carabiniera valdostana, che aveva cominciato la stagione con l'incognita di un infortunio estivo, ma alla lunga la sua classe è prevalsa.

GOGGIA SOFIA

La medaglia d'oro nella discesa olimpica femminile di PyeongChang che mai nessuna donna azzurra era riuscita a conquistare, il trionfo nella Coppa del mondo di discesa, tre vittorie stagionale e nove podi complessivi, hanno fatto entrare la 25enne bergamasca nella storia dello sci italiano.

MOIOLI MICHELA

Stagione di vittorie nette con il primo oro italiano nella storia olimpica dello snowboard conquistato sulla pista coreana di PyeongChang e il trionfo nella Coppa del Mondo di specialità, grazie a cinque vittorie e nove podi totali. A 23 anni l'alpina bergamasca è già diventata un punto di riferimento per gli specialisti della tavola.

PELLEGRINO FEDERICO

L'argento nella sprint maschile in tecnica classica alle Olimpiadi di PyeongChang chiude un ciclo di medaglie che hanno reso il poliziotto valdostano uno dei più grandi campioni degli sci stretti. La sua fantastica cavalcata cominciata con l'oro iridato di Lahti 2015, gli ha consentito nella scorsa stagione di diventare il fondista più vincente della storia nelle sprint di Coppa del Mondo.

WINDISCH DOMINIK

Due medaglie olimpiche arrivate a PyeongChang con i bronzi nella sprint e nella staffetta mista (insieme a Lukas Hofer, Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi), che si aggiungono al bronzo nella staffetta mista di Sochi 2014, lo consacrano definitivamente ai massimi livelli del biathlon mondiale, disciplina in cui l'Italia è tornata a recitare un ruolo di primissimo piano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
87
Consensi sui social