Domenica 26 Maggio, 1:02
Utenti online: 424
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

La storia di Ante Kostelic pronta a sbarcare a Hollywood con Russell Crowe ad interpretare il mitico maestro croato

La storia di Ante Kostelic pronta a sbarcare a Hollywood con Russell Crowe ad interpretare il mitico maestro croato

Il produttore Jeffrey Greenstein ha confermato che il progetto di un film è ancora nella sua fase iniziale, ma si sta lavorando per raccontare la storia del papà di Janica e Ivica

Un film su Ante Kostelic? Certo non poteva passargli neppure per l'anticamera del cervello, al maestro di sci croato che ha compiuto 80 anni lo scorso 11 agosto, che la sua vita l'avrebbe portato a vedersi rappresentato ad Hollywood, forse già nei prossimi mesi.

Negli anni in cui l'ex campione di pallamano e professore di educazione fisica cresceva i figli Janica e Ivica in giro per i ghiacciai d'Europa, con pochissimi mezzi economici e logistici a disposizione, facendo in alcuni casi letteralmente “la fame”, nessuno avrebbe potuto pensare che l'incredibile storia di Ante e dei suoi eredi poi diventati campioni a tutto tondo (Janica ha vinto 3 Coppe del Mondo, 4 ori olimpici e 5 mondiali, Ivica 1 Coppona, 1 oro iridato e 4 argenti a cinque cerchi), sarebbe sbarcata sul grande schermo.

Non è ancora tutto fatto, ma i media croati e sloveni hanno ricevuto conferma dal produttore Jeffrey Greenstein che la Millennium Films (già produttrice di pellicole come Hellboy, tra le tante) ha avviato un progetto ancora alle sue fasi iniziali, ma già solido e in collaborazione con il produttore croato Branko Lustig, che ha vinto l'Oscar con Schindler's List e Il Gladiatore.

E proprio l'attore protagonista che commosse il mondo intero nell'arena del Colosseo, Russell Crowe, è stato indicato per rappresentare il personaggio di Kostelic. “Un film su di me? Dubito che la mia vita sia abbastanza interessante per la base di un film – ha detto l'inossidabile Ante – Le produzioni di oggi sono fatte con effetti speciali, piene di esplosioni e con i principali eroi in secondo piano. Vedremo...”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA