Questo sito contribuisce alla audience de

Ecco il nuovo staff di casa FISI Trentino, con il gran ritorno di Guadagnini e un mito come "Sepp" Chenetti

Ecco il nuovo staff di casa FISI Trentino, con il gran ritorno di Guadagnini e un mito come 'Sepp' Chenetti
Info foto

pg fb Fisi Trentino

Sci Alpinocomitati

Ecco il nuovo staff di casa FISI Trentino, con il gran ritorno di Guadagnini e un mito come "Sepp" Chenetti

Presentati i 32 allenatori del comitato, in vista di una stagione 2021/22 ricca di appuntamenti e con tante ambizioni per i giovani guidati da tecnici di qualità elevatissima. Le parole dell'assessore Roberto Failoni.

Portata a termine qualche settimana fa la stagione forse più impegnativa della sua storia, il Comitato Trentino della Fisi è pronto a ripartire in vista del prossimo inverno sportivo, ma soprattutto in ottica Olimpiadi di Milano-Cortina (e pure Trentino) del 2026, cercando di curare in maniera scrupolosa i giovani sciatori più talentuosi delle 12 discipline che si praticano sulle piste della provincia.

Un nuovo percorso agonistico con uno staff tecnico rivisto, che metterà a disposizione dei giovani sciatori allenatori di grande esperienza internazionale, presentato quest'oggi presso Maso Martis a Martignano di Trento alla presenza dell'assessore provinciale all'artigianato, commercio, promozione, sport e turismo, Roberto Failoni. “Quello degli sport invernali - ha evidenziato l'assessore - è un movimento strategico per la nostra Provincia, con una valenza anche sociale e organizzativa, soprattutto in vista delle Olimpiadi italiane.

Proprio per questo motivo a breve rinnoveremo proprio con Fisi del Trentino il progetto Trentino Azzurro, nato nel 2011. Un altro obiettivo sarà poi quello di lavorare con la scuola per agevolare gli studenti sportivi”.

La Fisi del Trentino, dunque riparte, dopo un inverno 2020/2021, il quale nonostante la pandemia si è svolto quasi integralmente, visto che si sono disputate il 92% delle gare in calendario. E i risultati non sono stati da meno con 33 atleti convocati ai campionati mondiali fra assoluti e juniores, ma pure in ambito nazionale con 142 medaglie ottenute ai tricolori di specialità. E per ripartire il presidente della Fisi, Tiziano Mellarini, ha deciso di affidare le chiavi delle due discipline più importanti a due allenatori dal pedrigree internazionale, ovvero il predazzano Matteo Guadagnini nello sci alpino e il moenese Giuseppe “Sepp” Chenetti nello sci di fondo.

Entrambi hanno già collaborato con il Comitato Trentino: Guadagnini avviò tecnicamente il Progetto Trentino Azzurro dal 2011 al 2016 (prima dell'avventura con la nazionale femminile e il gruppo slalom che ha guidato sino al termine dell'ultima stagione), mentre Chenetti da tre anni è consulente tecnico della Federsci provinciale. Due allenatori che vantano assieme 8 presenze ai Giochi Olimpici e 18 presenze ai Campionati Mondiali, seguendo atleti come Kristian Ghedina, Max Blardone, Davide Simoncelli, Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino nello sci alpino, Cristian Zorzi, Pietro Piller Cottrer, Giorgio Di Centa, Fulvio Valbusa e Federico Pellegrino nello sci di fondo.

Un'esperienza di prima fascia da replicare sui giovani più promettenti del Trentino, con l'obiettivo di sviluppare organizzazione, atteggiamento e mentalità sia in allenamento sia in gara, cercando altresì una condivisione con gli sci club per attivare una metodologia unica di lavoro. Il presidente Mellarini, assieme al Consiglio Regionale e alle commissioni di specialità, hanno dunque rinnovato lo staff tecnico delle varie specialità, contrattualizzando complessivamente 32 allenatori. Il settore che ha subito il cambiamento più importante è quello dello sci alpino, che sarà guidato appunto da Matteo Guadagnini ed avrà come allenatori Enrico Vicenzi (direttore tecnico trentino nelle ultime stagioni) e Davide Marchetti (anch'egli con Guadagnini al lavoro con le ragazze dello slalom sino a pochi mesi fa) che seguiranno la squadra maschile.

Marchetti sarà anche preparatore atletico di entrambe le squadre, mentre il team femminile sarà seguito da Rudj Redolfi, uomo con tanti anni di esperienza nelle categorie juniores negli sci club campigliani. Confermato nel ruolo di coordinatore del settore children Michele Bertoldi.

Lo staff del settore sci di fondo vedrà un cambio del direttore tecnico, con appunto Giuseppe Chenetti che subentra a Stefano Corradini (dopo più di un lustro con Fisi Trentino), mentre gli allenatori zonali sono confermati: Marco Baldo, Marcello Bosin, Matteo Betta, Fernando Pedergnana e Nicolò Orler. Conferme anche nel salto e combinata nordica con direttore tecnico Andrea Bezzi e allenatore referente Walter Cogoli, così come nel biathlon che avrà come allenatore responsabile sempre Marco Zanon, e pure nello skicross con Loris Donei e Dario Dellantonio come consulente tecnico.

Convalidata anche la coppia invincibile nello sci alpinismo, con Rino Pedergnana e Franco Nicolini, mentre lo slittino proseguirà con gli allenatori Simone Scalet per la pista naturale e Corrado Lucian per lo slittino su pista artificiale. Nel settore snowboard c'è una new entry per il settore speed, ovvero il giovane fassano Alessandro Cloch che si impegnerà a rilanciare la specialità nelle valli di Fiemme e Fassa, e lavorerà a fianco di Igor Confortin.

Il gruppo freestyle sarà invece sempre seguito da Stefano Benchimol. Nelle due discipline estive dello sci d'erba e dello skiroll rimangono Roberto Parisi, reduce con i propri atleti da esaltanti risultati in Coppa del Mondo e nelle gare nazionali del circuito Talente Verde in queste settimane, e l'atleta allenatore dello skiroll Alessio Berlanda. Lo staff tecnico assieme alle commissioni di specialità e al Consiglio Regionale Fisi, nei prossimi giorni, ufficializzeranno anche la composizione delle squadre agonistiche per la prossima stagione 2021/2022.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Consensi sui social