Questo sito contribuisce alla audience de

Federico Liberatore vuole esserci per l'esordio in Alta Badia: "Meglio fermarsi ora per risolvere il problema"

Foto di Redazione
Info foto

2020 Getty Images

Sci Alpinoinfortuni

Federico Liberatore vuole esserci per l'esordio in Alta Badia: "Meglio fermarsi ora per risolvere il problema"

Lo slalomista fassano ai box per un nuovo infortunio alla schiena, ma c'è fiducia per "tornare sugli sci entro poche settimane".

Nella squadra di Coppa del Mondo per quanto riguarda lo slalom, guidata da Jacques Theolier e Stefano Costazza, c'è un'assenza importante in queste settimane di allenamento che hanno previsto, negli ultimi giorni, un altro raduno sulle nevi della Val Senales.

Federico Liberatore, infatti, è ormai fermo da qualche settimana per un problema abbastanza serio alla schiena: non è il primo stop per il classe '95 nativo della Val di Fassa, che nell'ultimo slalom di Coppa del Mondo disputato (era ormai lo scorso 8 febbraio) ha ottenuto il miglior risultato della carriera, con quella gran rimonta sino all'11° posto finale nella gara di Chamonix. Già nel dicembre 2018, dopo aver fatto vedere ottime cose pure nei giganti di Coppa Europa, l'azzurro si era infortunato gravemente ad una caviglia, perdendo di fatto tutto il resto della stagione.

Ora che Fede sembra aver trovato una dimensione importante, se pensiamo che nel 2020 ha pure vinto i suoi due primi slalom nel circuito continentale, prima a Vaujany a gennaio e poi con il bis un mese più tardi a Berchtesgaden, ecco un nuovo stop abbastanza prolungato. Liberatore ha spiegato sui social cosa sta facendo per recuperare in tempo pensando all'esordio stagionale in CdM, fortunatamente molto lontano nel “nuovo” calendario, visto che gli specialisti dello slalom gareggeranno direttamente in Alta Badia lunedì 21 dicembre, con la seconda gara della disciplina poi in scena già il giorno successivo con la leggendaria notturna sulla 3Tre di Madonna di Campiglio.

Sto lavorando con lo staff della commissione medica FISI e con il dottor Pietro Picotti. Abbiamo deciso di fermarci per recuperare al più presto – spiega lo slalomista fassano - Ancora poche settimane e sarò di nuovo pronto per ritornare sulla neve e preparare al meglio la prima gara di Coppa del Mondo. Non posso che ringraziare Lab of Move per quello che stanno facendo per rimettermi a posto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
90
Consensi sui social

SCARPONI, SCELTI DAI LETTORI