Martedì 22 Ottobre, 21:13
Utenti online: 28
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Giornalista

foto di Fisi Alpi Centrali

Baruffaldi, Sorio e Nani a ruota di Walch nel gigante di Coronet Peak che ha aperto la stagione degli azzurri

Baruffaldi, Sorio e Nani a ruota di Walch nel gigante di Coronet Peak che ha aperto la stagione degli azzurri

Dopo un paio di rinvii, ecco la prima di tanti atleti attesi e in cerca di punti e... sensazioni.

Sulle nevi neozelandesi di Coronet Peak, è andato in scena il classico gigante d'apertura valido anche per i campionati nazionali.

Se c'è stato un autentico dominatore, l'austriaco Magnus Walch, anche gli azzurri si sono comportati decisamente bene, nel primo vero impegno della nuova stagione: Stefano Baruffaldi, Daniele Sorio e Roberto Nani hanno chiuso nell'ordine alle spalle del classe '92 già protagonista con continuità in Coppa del Mondo nel Wunderteam (ha chiuso 19° ad Adelboden, giusto per avere un'idea...).

Baruffaldi ha concluso a 99 centesimi da Walch, dopo aver terminato la prima manche un decimo alle sue spalle, ma è stato Daniele Sorio ad impressionare in apertura, firmando il miglior tempo davanti a Nicholas Iliano (lo svizzero col cuore in Italia ha poi chiuso al 5° posto) e con 23 centesimi sullo stesso austriaco, prima di perdersi un po' nella seconda, salvando comunque il podio per 2 soli centesimi a scapito di Roberto Nani, autore di un'ottima seconda.

Il livignasco è volato in Nuova Zelanda per migliorare la propria situazione a livello di punti FIS e al contempo allenarsi in buone condizioni per ritrovare il posto in nazionale, obiettivo sognato anche da Sorio che, lo scorso marzo a Kranjska Gora, era stato convocato per la quarta volta in carriera nel massimo circuito dopo essere tornato a vincere (a distanza di 4 anni) in un gigante FIS ad Oberjoch.

Da segnalare anche il 7° posto di Ian Gut, il fratello di Lara che sta cercando il salto di qualità, ma anche i piazzamenti (dal 9° all'11°) di tre ottimi atleti come lo svizzero Bissig, il norvegese Monsen e lo slovacco Andreas Zampa. Altri azzurri? Buon 16° a meno di 2 secondi dal leader e a 8 decimi dal podio per Alex Hofer, 24° per Pietro Franceschetti, 40° per il classe 2002 Lorenzo Thomas Bini. Domani a Coronet Peak è previsto uno slalom.

 

CLASSIFICA GS CORONET PEAK

 

1° Magnus Walch (Aut) in 1'46”60

2° Stefano Baruffaldi (Ita) + 0”99

3° Daniele Sorio (Ita) + 1”15

4° Roberto Nani (Ita) + 1”17

5° Nicholas Iliano (Svi) + 1”22

© RIPRODUZIONE RISERVATA