Sabato 21 Settembre, 5:33
Utenti online: 184
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

foto di 2018 Getty Images

Rivedremo la vera Lara? Gut-Behrami al lavoro per tornare in cima al mondo... con qualche cambiamento

Niente gigante di Åre per Lara Gut

Ha vinto la Coppa del Mondo 2016 ed era vicina al bis l'anno successivo, prima di quel crac al Mondiale di Sankt Moritz che sembra aver cambiato tutto.

Lara Gut-behrami deve ancora ritrovarsi ai suoi livelli, dopo due stagioni di recupero da quell'infortunio al ginocchio, avvenuto nel corso del riscaldamento verso la manche di combinata nella rassegna iridata di casa.

Solo in super-g abbiamo ammirato a tratti la campionessa capace di dominare in quella specialità e non solo: l'annata 2018/19 ha visto la 28enne di Comano concludere due volte sul podio, nelle prove veloci di Sankt Moritz (seconda) e Garmisch-Partenkirchen (terza), sempre in quel super-g che l'aveva vista sfiorare la medaglia olimpica a PyeongChang 2018, nell'anno del rientro. Non sono arrivate medaglie ai campionati del mondo di Are e la scorsa stagione si è pure chiusa anticipatamente, con una brutta botta alla schiena accusata cadendo nelle prove della discesa alle finali di Soldeu.

La campionessa ticinese ha deciso di ripartire quasi da zero, con il chiaro intento di tornare a giocarsela sempre per la vittoria, dalla discesa sino a quel gigante che tanto l'ha vista in difficoltà negli ultimi due anni.

E' arrivato un nuovo preparatore atletico, lo spagnolo Josè Luis Alejo Hervas (in passato ha lavorato con la federsci iberica e in casa Norvegia), mentre al suo fianco non ci sarà più una responsabile personale a livello di ufficio stampa come Giulia Candiago che l'aveva seguita nell'ultimo periodo, visto che l'ex azzurra ha cominciato a lavorare in FIS quale media coordinator e Gut-Behrami dovrà “accontentarsi” di un unico riferimento come tutte le compagne.

A quanto pare, l'elvetica ha resettato anche l'approccio a livello di materiali, lavorando molto in primavera per i test con Head (la ricordiamo ad aprile inoltrato a Livigno, dove si stavano allenando anche Sofia Goggia e Federica Brignone, ndr). Inoltre c'è il trasferimento a livello familiare a Martigny, una comodità maggiore con il marito Valon Behrami che, passato dall'Udinese al Sion, potrà vivere al fianco di Lara senza troppe complicazioni a livello di trasferimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA