Questo sito contribuisce alla audience de

Prima ispezione FIS per il ritorno di Sankt Anton in coppa, previsto il 9-10 gennaio 2021

Foto di Redazione
Info foto

pag fb Arlberg Kandahar Race

Sci Alpinolocalità da coppa

Prima ispezione FIS per il ritorno di Sankt Anton in coppa, previsto il 9-10 gennaio 2021

Peter Gerdol e il comitato organizzatore sulla leggendaria "Karl Schranz", che tornerà ad ospitare il circuito femminile 8 anni dopo l'ultima volta con una discesa e una combinata alpina.

Sankt Anton am Arlberg è una località che ha fatto la storia dello sci e che, a causa delle cancellazioni per maltempo delle prove che si sarebbero dovute svolgere nel 2016 e nel 2019, tornerà solo nella prossima stagione (incrociando le dita a livello meteo...) ad ospitare gare di Coppa del Mondo, otto anni dopo l'ultima volta.

Nel 2013, sulla leggendaria “Karl Schranz”, la pista dedicata al fuoriclasse simbolo del paese tirolese, vinse Alice McKennis in discesa davanti a “Dada” Merighetti e Anna Fenninger, con quest'ultima poi seconda in super-g solo a Tina Maze. Il 9-10 gennaio 2021, è previsto quindi il ritorno della Coppa del Mondo femminile con una discesa e una combinata alpina, lo stesso programma andato in scena nel 2020 ad Altenmarkt-Zauchensee (con vittorie rispettivamente di Suter e Brignone, che lascia il posto in calendario alla località che, tra l'altro, nel 2023 ospiterà i campionati del mondo juniores.

La scorsa settimana c'è stata la prima ispezione della FIS, con il chief race director del massimo circuito femminile, il tarvisiano Peter Gerdol, al lavoro assieme ai vari responsabili di pista e del comitato organizzatore; massima attenzione alle condizioni di sicurezza, considerato che nel 2019 erano già state poste sul tracciato, nella meravigliosa zona della “cascata di ghiaccio” che poi immette sul tratto finale, nuove reti da valutare. “Speriamo di poter finalmente vedere gare qui a Sankt Anton – ha fatto sapere Gerdol tramite l'ufficio stampa dell'evento austriaco – e in vista della prossima stagione sarà altrettanto importante il piano di sicurezza in termini di protocolli anti Covid-19. Li attendiamo per pianificare anche questo tipo di misure”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
43
Consensi sui social