Questo sito contribuisce alla audience de

Nicole Schmidhofer mette fine alla sua stagione, Magdalena Fjaellstroem alla carriera...

Foto di Redazione
Info foto

2021 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Nicole Schmidhofer mette fine alla sua stagione, Magdalena Fjaellstroem alla carriera...

L'austriaca, dopo lo stoico rientro a Lake Louise, ammette di aver avvertito dal fisico segnali negativi e già pensa ai Mondiali 2023. La svedese, invece, dice basta non senza polemica nei confronti della sua federazione. Le convocazioni di Francia, Svizzera e Germania per Kitzbuehel.

Nicole Schmidhofer ci ha provato, d'altronde parlava del suo obiettivo di conquistare il pass per i Giochi Olimpici di Pechino già pochi giorni dopo il terribile incidente del 18 dicembre 2020 nella prima discesa di Val d'Isère.

Da un lato ce l'ha fatta, perchè il rientro a Lake Louise e poi le discrete prestazioni nei super-g di Sankt Moritz hanno confermato che la campionessa del mondo di super-g nel 2017 può ancora tornare ad alti livelli, dall'altro però ”Nici” si trova costretta a rinunciare al suo sogno olimpico. “Non mi sento fisicamente in grado di gareggiare in questo modo per il resto della stagione – ha annunciato oggi la velocista austriaca ponendo fine alla sua annata 2021/22 - È stata abbastanza dura nelle ultime due-tre settimane, ci sono stati problemi muscolari e il periodo da novembre ad oggi è costato molta fatica.

Per quanto sia stato bello, mentalmente e fisicamente è stato complicato, quindi devo ammettere a me stessa che non sono in grado ora di fare buone gare. Il mio corpo mi sta mostrando che non è tutto così facile”. Il focus è già spostato quindi sui campionati del mondo di Courchevel-Méribel 2023, dove certamente non vedremo invece Magdalena Fjaellstroem.

La slalomista svedese, ad appena 27 anni, ha annunciato il ritiro dall'agonismo; quest'anno l'avevamo vista tra Levi, Killington, Lienz e Zagabria, senza ottenere qualificazioni alla 2^ manche. Il totale di gare in Coppa del Mondo recita quota 64, con una sola top ten ottenuta proprio nell'ultima gara pre covid e infortunio, il 16 febbraio 2020 a Kranjska Gora con la decima piazza. “Dopo 10 anni dei quali essere grata a tante persone, ora provo solo rabbia e delusione per coloro che gestiscono attualmente la federazione svedese – ha polemizzato la specialista scandinava nel suo messaggio in cui saluta il circo bianco – E' stato frustrante vedere tanti talenti mollare negli ultimi due anni e ora pure io sono tra questi, anche perchè la federsci non mi ha fornito alcun sostegno dopo il mio ultimo infortunio, senza darmi infine la possibilità di allenarmi o competere in Coppa Europa o in Coppa del Mondo. Spero qualcosa cambi per le generazioni future”.

 

PER CORTINA E KITZ

 

Sono arrivate intanto una serie di ufficialità relative alle convocazioni per il prossimo week-end di velocità tra Cortina, dove le donne disputeranno sabato una discesa e domenica il super-g sull'Olympia delle Tofane, e Kitzbuehel con le due discese maschili sulla Streif (poi si chiuderà domenica con lo slalom sulla Ganslern).

La Francia arriva sulle Dolomiti forte di una bellissima rinascita nel settore velocità: anche l'ultimo super-g di Altenmarkt-Zauchensee è stato oltremodo positivo, con Tessa Worley e Laura Gauche appaiate in quinta posizione. La bi campionessa del mondo guida il gruppo di 7 convocate per le gare ampezzane, in elenco troviamo anche Romane Miradoli, Tiffany Gauthier, Camille Cerutti, Esther Paslier e Anouck Errard. Sette pure gli uomini per le discese di Kitz, con Johan Clarey assieme a Matthieu Bailet, Nils Allegre, Maxence Muzaton, Blaise Giezendanner, Nicolas Raffort e Roy Piccard. In slalom, invece, ci sarà solo un terzetto con Clément Noel, Alexis Pinturault e un altro atleta selezionato dopo gli slalom di Coppa Europa previsti sulle nevi di casa, giovedì e venerdì a Vaujany.

La Svizzera, invece, ne porterà ben 11 di velocisti nel tempio tirolese: assieme a Beat Feuz, che fece doppietta sulla Streif nel 2021, e Marco Odermatt, ecco Niels Hintermann, Stefan Rogentin, Urs Kryenbuehl, Gilles Roulin, Yannick Chabloz, Ralph Weber, Lars Roesti (che ha fatto doppietta in Coppa Europa nelle due discese di Tarvisio), Nils Mani e Alexis Monney, con selezione interna nelle prove.

Per lo slalom di domenica prossima, già scelti Ramon Zenhaeusern, Daniel Yule (2° nella classifica di specialità dopo il podio di Wengen), Loic Meillard, Luca Aerni, Tanguy Nef, Marc Rochat, Sandro Simonet, Reto Schmidiger e un nono atleta da definire.

La Germania, a sua volta, schiererà 5 atleti in discesa con tanta voglia di riscatto dopo il difficile week-end di Wengen: al cancelletto Romed Baumann, Josef Ferstl, Andreas Sander, Simon Jocher e Dominik Schwaiger. Sei gli slalomisti convocati, con Linus Strasser, Alexander Schmid, Anton Tremmel, David Ketterer, Fabian Himmelsbach e Julian Rauchfuss.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
28
Consensi sui social