Questo sito contribuisce alla audience de

Corinne, la nuova regina della velocità: "Sono migliorata in ogni area, già mi preparo per la prossima stagione"

frtttttt
Info foto

2020 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Corinne, la nuova regina della velocità: "Sono migliorata in ogni area, già mi preparo per la prossima stagione"

Vincitrice della Coppa del Mondo sia in discesa che in super-g, Corinne Suter traccia un bilancio del suo anno magico parlando con i colleghi di skiweltcup.tv

A 24 anni aveva già realizzato un sogno conquistando due medaglie nelle gare di velocità mondiali di Are, a 25 invece è salita sulla cima, diventando la regina di discesa e super-g visto che Corinne Suter, al termine di questa stagione, ha portato a casa entrambe le coppe delle discipline veloci.

Un trionfo meritatissimo per l'elvetica del Canton Svitto, solidissima soprattutto in discesa con la prima vittoria della carriera ottenuta ad Altenmarkt-Zauchensee, mentre in super-g è bastato un punticino per precedere Federica Brignone. Il 4° posto nella classifica generale di Coppa del Mondo è stata diretta conseguenza di un rendimento costante dalle prime gare di Lake Louise sino al 3° posto di La Thuile, per colei che ora si può considerare il riferimento della velocità mondiale, dopo l'addio di Vonn e Weirather, i problemi di Stuhec e delle austriache, oltre agli infortuni di Goggia e Rebensburg.

Parlando ai colleghi di skiweltcup.tv, Corinne ha confessato di essere cresciuta “in tutte le aree, ovvero dal punto di vista fisico, tecnico e mentale”, spiegando che la chiusura anticipata della stagione è stata “un peccato e ha lasciato una sensazione strana, ma era l'unica strada perchè la salute viene prima di tutto. Come mi alleno? Continuo a lavorare da casa, perchè bisogna già prepararsi per la prossima stagione”.

Suter ha dimostrato più volte di sapersi emozionare al parterre d'arrivo, considerando ogni risultato ottenuto come uno scalino superato in un percorso che l'ha vista, in poco più di 12 mesi, diventare grande: “Lo sport è sempre stato una delle cose più importanti della mia vita e quando vedi realizzarsi i sogni d'infanzia, come una medaglia mondiale o una sfera di cristallo, automaticamente mi è sempre uscita una lacrima di gioia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
430
Consensi sui social