Questo sito contribuisce alla audience de

Brignone è già a tutto gas verso una grande stagione: "Calendario durissimo, obiettivo medaglia ai Mondiali"

Foto di Redazione
Info foto

pg fb Dario Puppo

Sci Alpinol'intervista

Brignone è già a tutto gas verso una grande stagione: "Calendario durissimo, obiettivo medaglia ai Mondiali"

La due volte medagliata ai Giochi di Pechino è stata ospite dei "Salotti Olimpici" alla Canottieri Casale. Intervistata da Dario Puppo, ecco i pensieri della fuoriclasse valdostana pronta a tornare sugli sci nei prossimi giorni. Confermato il ritorno in Sudamerica a fine agosto.

Serena e già molto determinata e motivata verso una grande stagione.

Così Federica Brignone si è presentata martedì sera alla serata dedicata in suo onore a Casale Monferrato, con la fuoriclasse di La Salle ospite nel club della Canottieri Casale, per un evento al quale hanno preso parte anche i “padroni di casa” Corrado Momo, tecnico della nazionale spagnola maschile ("proprio Corrado - ha raccontato Federica - mi ha spinto verso la polivalenza ai tempi della squadra di Coppa Europa"), e Valentina Margaglio, faro azzurro dello skeleton che ha vissuto una grandiosa stagione 2021/22 con i primi podi in Coppa del Mondo.

Davanti ai tanti appassionati presenti, è stato Dario Puppo ad intervistare Federica, che proprio nelle prossime ore riprenderà la preparazione sulla neve a Les Deux Alpes. “Farò 4-5 giorni al mese da ora, poi a fine agosto saremo in Sudamerica. Sì, mi diverto ancora tanto e sono decisamente motivata, ho già iniziato a lavorare da un mesetto e lavorerò con la stessa impostazione degli ultimi anni”.

Ovvero con il fratello Davide al suo fianco, ora ufficialmente nei quadri FISI quale tecnico personale, e con tanta attenzione dedicata alla velocità per migliorarsi ancora in super-g, specialità nella quale ha portato a casa l'ultima Coppa del Mondo di specialità, e in discesa. Con l'obiettivo Coppa del Mondo? Brignone tiene tantissimo a fare bene per tutto il corso della stagione, d'altronde parliamo dell'unica donna italiana in grado di conquistare, in oltre mezzo secolo di storia, la sfera di cristallo assoluta. Non mancano però le incognite: “Il calendario è davvero fitto e durissimo – aggiunge ancora la valdostana – Specialmente per le polivalenti come me, gli impegni saranno continui, con 41 gare totali. Non so ancora quante gare di velocità farò, ad esempio le prime piste, ovvero Zermatt/Cervinia e Lake Louise, sono tutt'altro che favorevoli per le mie caratteristiche.

Ho ben chiaro anche un altro obiettivo, ovvero una medaglia ai Mondiali che mi manca da 11 anni (quando fu argento in gigante alle spalle di Tina Maze, nella rassegna iridata di Garmisch-Partenkirchen, ndr). Sarà un evento quasi in casa per me, lì ho cominciato cercando i punti FIS e conosco bene quelle piste".

E proprio a Méribel, Fede ha vinto l'ultimo gigante della coppa 2021/22, quello delle finali. E le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026? Davvero troppo presto per sbilanciarsi, anche se negli scorsi mesi la campionessa azzurra aveva sostanzialmente escluso una sua partecipazione. “Saranno fra quattro anni, non so dire ora se ci sarò. Voglio gareggiare solo se in grado di poter vincere, non mi interessa uscire dal cancelletto solo per dire di aver partecipato. Vedremo anno dopo anno”.

Non è mancato, a precisa domanda, una considerazione su quanto successo con il caso legato al cambio di nazionalità di Lara Colturi. "Io non l'avrei fatto, ho sempre vissuto il gruppo e la nazionale in un certo modo ed è chiaro che non è bello il messaggio che si lancia ai giovani, ma è giusto che provi se ha avuto la possibilità di farlo ed è convinta che sia la soluzione migliore".

E tra foto e autografi, prima della cena organizzata dalla Canottieri Casale alla quale ha partecipato la stessa Brignone, Federica ha regalato alle persone presenti un sorriso e una battuta per tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
147
Consensi sui social