Questo sito contribuisce alla audience de

Brignone, Bassino, Goggia e Curtoni, poker élite confermato. Thaler, Bernardi e Runggaldier promosse tra le polivalenti

Foto di Redazione
Info foto

2024 Getty Images

Sci Alpinonazionali azzurre

Brignone, Bassino, Goggia e Curtoni, poker élite confermato. Thaler, Bernardi e Runggaldier promosse tra le polivalenti

Ecco la composizione della nazionale azzurra femminile di sci alpino che proverà a confermare anche nel 2024/25 un livello altissimo ormai da anni; Mondinelli nel quintetto dello slalom, Collomb nel quartetto del gigante, nessuna variazione rilevante tra i tecnici.

Tante conferme e qualche inserimento di giovani interessantissime che già abbiamo visto in Coppa del Mondo.

Con l'ufficialità arrivata oggi dalla FISI, scopriamo la “Valanga Rosa” proposta per l'annata agonistica 2024/25, che poggerà ancora sul quartetto delle élite, ovvero Federica Brignone, Marta Bassino, Sofia Goggia ed Elena Curtoni: Gianluca Rulfi è il direttore tecnico dell'intero gruppo femminile e non cambia nulla anche a livello di allenatori, con Davide Brignone al fianco della sorella reduce da un inverno fantastico, Daniele Simoncelli con la campionessa del mondo di super-g che ha voglia di riscatto, Luca Agazzi per la bergamasca campionessa olimpica di discesa e Paolo Stefanini che completa il team che comprende una Curtoni che, di fatto, nel 2023/24 non abbiamo visto per la bruttissima caduta rimediata nel primo super-g stagionale a Sankt Moritz.

Ci sono tre novità importanti nel gruppo polivalenti di coach Giovanni Feltrin: assieme a Laura Pirovano, Roberta Melesi e le sorelle Nicol e Nadia Delago (senza Karoline Pichler, che lo ricordiamo si è ritirata dall'agonismo), ecco Sara Thaler, Teresa Runggaldier e Vicky Bernardi, le tre velociste emergenti che si sono ritagliati spazi tra le “grandi” nell'ultima annata.

Roberto Lorenzi sarà sempre il punto di riferimento tecnico dello slalom, dove c'è il quintetto con Martina Peterlini, Marta Rossetti, Lara Della Mea, Beatrice Sola e la più giovane del gruppo, Emilia Mondinelli, che ha fatto benissimo in Coppa Europa e a sprazzi pure in CdM: esclusa quindi Anita Gulli, che si è rotta il crociato nel corso della passata stagione, e non c'è Vera Tschurtschenthaler, pure andata a punti nel massimo circuito in particolare con la bella gara di Soldeu.

In gigante, sotto la guida dell'allenatore responsabile Thierry Marguerettaz, ecco un poker di specialiste con Elisa Platino, Asja Zenere, l'attesissima Giorgia Collomb promossa nel team di CdM e una ritrovata Ilaria Ghisalberti, che ha fatto il posto fisso tra le porte larghe con una super stagione di Coppa Europa.

La compagine di Coppa Europa avrà ancora Damiano Scolari da riferimento tecnico (Paolo Deflorian è il responsabile dell'intero settore giovanile azzurro): le atlete inserite in formazione sono Sara Allemand, Annette Belfrond, Tatum Bieler, Alice Calaba, Francesca Carolli, Carlotta De Leonardis, Alessia Guerinoni, Matilde Lorenzi, Sophie Mathiou, Ambra Pomaré e due atlete attese al rientro dopo i rispettivi, gravi infortuni, ovvero Ludovica Righi e Monica Zanoner.

La “C” conta su Maria Sole Antonini, Margherita Cecere, Alice Pazzaglia, Ludovica Druetto, Rita Granruaz, Camilla Vanni, Beatrice Rosca e Giulia Valleriani, infine le “Osservate”; nel gruppo 1 Alessandra Banchi e Sofia Parravicini, nel secondo Elisa Engl, Angelica Bettoni, Alessandra Di Sabatino, Marta Giaretta, Leonie Girtler, Ginevra Gurini, Camilla Gottardi, Elisa Graziano, Giulia Mariani, Giorgia Orsenigo, Anais Lustrissy, Giulia Romele, Giulia Savorgnani, Ivy Schoelzhorn, Cristina Trabucchi, Seline Trafoier, Nadine Trocker e Eleonora Zanetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
588
Consensi sui social

Più letti in scialpino

Mikaela Shiffrin e le sue gare a Beaver Creek, è già sicura di partecipare al super-g: Vedremo per la discesa

Mikaela Shiffrin e le sue gare a Beaver Creek, è già sicura di partecipare al super-g: Vedremo per la discesa

La fuoriclasse del Colorado non vede l'ora di affrontare, il prossimo 14-15 dicembre, lo storico debutto della Birds of Prey nella Coppa del Mondo femminile. Nel corso di un evento organizzato a Vail, Mikaela ha parlato anche del suo infortunio a Cortina (mi ha riportato alla mente quello di Are 2015) e confermato che centellinerà gli impegni nella disciplina regina.