Questo sito contribuisce alla audience de

Alice nel paese delle meraviglie si allena e pensa al futuro: Robinson, ora serve solo... continuità

Foto di Redazione
Info foto

2019 Getty Images

Sci Alpinoil personaggio

Alice nel paese delle meraviglie si allena e pensa al futuro: Robinson, ora serve solo... continuità

La fenomenale neozelandese ha vinto il primo e l'ultimo gigante di una stagione che l'ha già consacrata, ma a 18 anni il suo percorso è appena cominciato. E dall'altra parte del mondo lavora durissimo sul fisico.

Ha semplicemte fatto paura a tutte, nell'ultima sua apparizione stagionale in Coppa del Mondo (era il 15 febbraio), quando a Kranjska Gora ha dominato il gigante su una Podkoren terribile, durissima, dalla quale è uscita trionfatrice nonostante un grave errore nella prima manche.

Non vi sono dubbi che Alice Robinson rappresenti il futuro dello disciplina, lei capace a 17 anni di aprire l'annata con il primo trionfo in Coppa del Mondo a Soelden, davanti di 6 centesimi ad una certa Mikaela Shiffrin, e di chiuderla appunto prendendosi anche il gigante conclusivo, visto che poi sono saltati gli appuntamenti di Ofterschwang, Are e Cortina.

Vuoi per le cancellazioni finali, ma anche per quella mancanza di continuità (normale alla sua età) che l'ha vista “bucare” le tre gare successive allo start sul Rettenbach (con una preparazione ridotta, soprattutto a Killington, per il problema al ginocchio rimediato già prima dell'esordio stagionale), Alice non è riuscita a giocarsi la coppa di specialità, concludendo comunque al 5° posto e a soli 107 punti da Federica Brignone, risultando alla fine la gigantista più vincente della stagione al pari della valdostana con due perle.

E' evidente, però, che la straordinaria neozelandese classe 2001 sarà una delle candidate al podio in ogni gara anche nella prossima stagione, ma con prospettive che pian piano si allargheranno ad altri orizzonti: con un fisico del genere, che Robinson sta allenando anche in queste settimane a Queenstown, dove è rientrata prima che scattasse il periodo di quarantena pure nel suo paese (Alice si sta preparando con tanto lavoro a secco), si pensa infatti anche al super-g in maniera decisa.

La prima apparizione nella velocità in una gara di CdM, a Garmisch-Partenkirchen, non è andata troppo bene con l'uscita dopo poche porte, ma già nelle successive prove di Coppa Europa in Val Sarentino (con un 6° e un 7° posto) e la quarta piazza con medaglia sfiorata ai Mondiali junior, hanno dimostrato come il potenziale esiste eccome, mentre ci sarà ben più lavoro da fare sullo slalom in ottica combinata, già assaggiata ad Altenmarkt-Zauchensee.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
284
Consensi sui social