Questo sito contribuisce alla audience de

I russi Aliev e Samarin oltre gli ottanta punti nel programma corto dei Mondiali juniores

Foto di Redazione
Info foto

Flavio Valle

Figure skating - Junior World Championships 2016

I russi Aliev e Samarin oltre gli ottanta punti nel programma corto dei Mondiali juniores

I Campionati mondiali juniores di pattinaggio di figura, ospitati dalla Fönix Arena di Debrecen, hanno aperto i battenti con il programma corto maschile, segmento di gara che ha visto ai nastri di partenza trentotto atleti.

Nonostante le assenze forzate dello statunitense Nathan Chen e del giapponese Sota Yamamoto, il livello della competizione è stato mediamente elevato come testimoniato dal proliferare di primati personali e in alcuni casi anche nazionali. Peraltro, fatto non così abituale a livello juniores, i primi nove in classifica hanno eseguito perfettamente il triplo axel.

Il successo parziale è andato al sedicenne russo Dmitri Aliev, scollinato per la prima volta in carriera oltre gli ottanta punti. Il favorito della vigilia si è distinto per l'indiscussa qualità dei salti e, in particolare, ha completato il migliore triplo axel della competizione. L'allievo di Evgeni Rukavtsin ha ben eseguito nella seconda metà della musica sia il triplo flip preceduto dal passo che la combinazione triplo lutz/triplo toeloop, ma ha lasciato sul piatto qualche punto per via dei livelli persi qua e là su trottole e passi. Aliev ha preceduto di soli quarantatrè centesimi il diciassettenne connazionale Alexander Samarin, autore del migliore punteggio tecnico di giornata nonostante il rammarico per un ingresso del flying sit privo di un evidente salto.

In terza posizione, con tanto di nuovo primato nazionale, si è attestato il sedicenne lettone Deniss Vasiljevs, migliore del lotto su passi e trottole e, nell'occasione, capace di completare senza particolari patemi il triplo axel. L'allievo di Alexei Urmanov ha fatto anche segnare il riscontro più alto sulle componenti del programma, ma è rimasto staccato dalla vetta di un paio di punti per via di un'incertezza in coincidenza della combinazione, chiusa da un toeloop doppio anzichè triplo.

A seguire, si sono piazzati nell'ordine lo statunitense Vincent Zhou, quindicenne allenato da Tom Zakrajsek, il diciottenne francese Kevin Aymoz, distintosi per l'altezza degli elementi di salto, e il sedicenne statunitense Tomoki Hiwatashi, tutti accomunati dall'avere eseguito un programma senza sbavature degne di nota premiato con un riscontro tecnico oltre i quaranta punti.

Merita di essere rimarcato il settimo posto del coreano Jun Hwan Cha, uno dei tre pattinatori più giovani in gara. Il quattordicenne di Seoul, allenato a Toronto da Brian Orser a partire dalla scorsa primavera, ha ben completato tutti gli elementi di salto dimostrando di avere finalmente acquisito la padronanza del triplo axel, oggi egregiamente completato. Sceso in pista sulle impegnative quanto inflazionate note della “Danse Macabre” di Camille Saint-Saens, ha avuto il grande merito di non perdere troppo terreno sulle componenti del programma rispetto ad avversari decisamente più navigati. A coronamento di una prestazione di assoluto spessore, è arrivato anche il nuovo primato nazionale strappato a Jin Seo Kim, unico coreano ad avere valicato in precedenza la soglia dei settanta punti.

Cha ha preceduto il canadese Nicolas Nadeau e l'israeliano Daniel Samohin, in grado di tentare la rimonta nel programma libero a suon di quadrupli.

Buona prova anche per l'azzurro Matteo Rizzo, che non ha deluso le aspettative della vigilia. Il diciassettenne tesserato per Ice-Lab ha archiviato un brillante undicesimo posto riuscendo a reagire con carattere ad un incipit tutt'altro che agevole. Il vice-campione nazionale, dopo avere salvato con i denti l'atterraggio del triplo axel, giudicato corto di rotazione dal pannello tecnico, ha completato in maniera impeccabile la combinazione triplo lutz/triplo toeloop affrontando in scioltezza tutti gli altri elementi. Resta l'amaro in bocca per una posizione mancante sulla trottola combinata con cambio piede, costata almeno un punto.

Il programma libero si terrà venerdì a partire dalle ore 18:00. I fari saranno principalmente puntati su Aliev e Samarin, chiamati a riportare in Russia un titolo che manca da ben dodici anni.

 
CLASSIFICA PROGRAMMA CORTO

1) RUS - Dmitri ALIEV
80.74 (42.95|37.79) PB
2) RUS - Alexander SAMARIN
80.31 (43.42|36.89) PB
3) LAT - Deniss VASILJEVS
78.78 (40.78|38.00) NR
4) USA - Vincent ZHOU
77.31 (42.67|34.64) PB
5) FRA - Kevin AYMOZ
75.53 (40.19|35.34) PB
6) USA - Tomoki HIWATASHI
74.97 (41.75|33.22) PB
7) KOR - Jun Hwan CHA    
74.38 (41.29|33.09) NR
8) Nicolas NADEAU
73.90 (38.68|35.22)
9) ISR - Daniel SAMOHIN
71.27 (35.58|35.69)
10) CHN - He ZHANG
70.85 (36.02|34.83)
11) ITA - Matteo RIZZO
66.79 (32.55|34.24)
12) JPN - Shu NAKAMURA
66.05 (36.62|29.43) PB
13) RUS - Roman SAVOSIN
64.00 (37.42|26.58) PB
14) TPE - Chih-I TSAO
63.42 (31.64|31.78) PB
15) UKR - Yaroslav PANIOT
62.56 (32.49|30.07)
16) CZE - Jiri BELOHRADSKY    
61.96 (32.96|29.00) PB    
17) EST - Aleksandr SELEVKO
60.91 (32.48|28.43) PB
18) SUI - Nicola TODESCHINI
59.59 (30.06|29.53) PB    
19) JPN - Daichi MIYATA
59.10 (28.17|30.93)    
20) JPN - Kazuki TOMONO
58.33 (31.00|27.33) PB
21) Sondre ODDVOLL BOE
57.72 (27.61|30.11)
22) BLR - Yakau ZENKO    
57.67 (30.60|27.07) PB
23) GBR - Josh BROWN    
57.65 (30.50|27.15) PB
24) GEO - Irakli MAYSURADZE
56.87 (31.80|26.07) - 1.00 PB
25) CHN - Tangxu LI
53.20 (25.52|27.68)
26) CRO - Nicholas VRDOLJAK
52.12 (27.37|24.75)
27) AUS - James MIN
51.96 (28.03|24.93) - 1.00 PB
28) ESP - Hector ALONSO SERRANO
51.41 (25.44|25.97) PB
29) KOR - Se Jong BYUN
50.67 (23.03|28.64) - 1.00
30) AUT - Luc MAIERHOFER    
50.27 (27.09|24.18) - 1.00 PB
31) TUR - Basar OKTAR    
48.65 (24.76|23.89) PB
32) KAZ - Daniyar ADYLOV
47.99 (25.17|23.82) - 1.00 PB
33) FIN - Roman GALAY    
45.47 (20.50|25.97) - 1.00
34) ISR - Mark GORODNITSKY
45.28 (22.36|22.92)  PB
35) SVK - Jakub KRSNAK
43.19 (21.51|23.68) - 2.00 PB
36) LAT - Glebs BASINS
41.93 (20.18|22.75) - 1.00
37) MAS - Kai Xiang CHEW
39.77 (19.92|21.85) - 2.00
38) HUN - Mate BOROCZ
37.16 (19.16|20.00) - 2.00 PB   

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social