Questo sito contribuisce alla audience de

L'Italia distrugge la Svezia nella notte di Aberdeen: le azzurre in una finale europea dopo 17 anni!

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Curlingcampionati europei 2023

L'Italia distrugge la Svezia nella notte di Aberdeen: le azzurre in una finale europea dopo 17 anni!

Curling: semifinale da sogno per la nazionale femminile, che travolge le scandinave sin dalle prime mani e conquista un traguardo storico (come proveranno a fare venerdì gli uomini, imbattuti nel girone). Sabato mattina, Constantini, Mathis, Zardini Lacedelli, Romei e Lo Deserto si giocheranno il titolo continentale.

Una notte da sogno, una partita perfetta per riportare l'Italia del curling, almeno in campo femminile, ad una finale europea 17 anni dopo l'ultima volta (fu argento nel 2006 così come nella prima del 1982).

Stefania Constantini, Elena Antonia Mathis, Giulia Zardini Lacedelli, Angela Romei e la riserva Marta Lo Deserto (guidate da coach Violetta Caldart) disputano una semifinale, poche ore dopo aver chiuso il round robin cedendo solo all'imbattuta Svizzera (con la quale ci si giocava il primato), letteralmente irreale sul ghiaccio di Aberdeen, distruggendo la Svezia che non entra mai in partita anche e soprattutto per merito delle azzurre.

Quattro punti per cominciare nel primo end, poi mani rubate in serie per arrivare ad un clamoroso 10-0 a metà partita, quando le scandinave già vorrebbero gettare la spugna ancora prima dell'ottavo da regolamento. Percentuali mai viste in un match a questi livelli, visto che al sesto end siamo con una Constantini e una Zardini Lacedelli da 100% e il duo Romei-Mathis sopra il 95%. Finirà, dopo sole otto mani su dieci, con un eloquente 11-2.

Sabato (ore 10.00) la finalissima contro la Svizzera capitanata da Silvana Tirinzoni, che sinora ha vinto tutte le partite ed è la naturale favorita per il titolo: in semifinale, le svizzere hanno piegato la Norvegia.

Venerdì sarà invece la giornata del Team Retornaz, dominante sinora nel torneo maschile: per la prima volta nella storia, gli azzurri hanno vinto il round robin e l'hanno fatto da imbattuti (9 vittorie su 9) dopo aver travolto anche la Germania. Tra poche ore, i due volte vincitori slam in stagione se la vedranno in semifinale contro la Svezia (ancora loro...) del campione olimpico Niklas Edin, piegato di misura nella prima fase. Nell'altro incontro che varrà l'accesso alla finale, si scontreranno i padroni di casa e detentori del titolo, ovvero gli scozzesi guidati da Bruce Mouat, e la Svizzera di Yannick Schwaller.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
8k
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Le classifiche dopo Aspen: Feller, +169 pt su Strasser e la coppa di slalom può arrivare a Kranjska Gora

Le classifiche dopo Aspen: Feller, +169 pt su Strasser e la coppa di slalom può arrivare a Kranjska Gora

Lo slalom sulla Strawpile ha chiuso la lunga trasferta americana composta da cinque gare tecniche: il tirolese, entrando di nuovo in rimonta nella top five, potrà accontentarsi di un 8° posto per brindare già domenica prossima. Meillard è vicinissimo a cogliere l'obiettivo del podio nella generale, in cui Paris rimane 7°. Nella WCSL, Sala finisce sul confine della top 15 persa da Vinatzer, con Amiez sempre più in risalita.