Questo sito contribuisce alla audience de

L'Italcurling riparte dal WFG Masters: gli uomini vogliono il tris, sul ghiaccio canadese anche Constantini & Co.

Foto di Redazione
Info foto

Justin Setterfield

Curlinggrand slam of curling

L'Italcurling riparte dal WFG Masters: gli uomini vogliono il tris, sul ghiaccio canadese anche Constantini & Co.

Martedì il via del terzo torneo stagionale a livello Slam, con Retornaz e compagni (vincitori qui un anno fa) che partono in cima al pronostico dopo aver conquistato i primi due appuntamenti del massimo circuito.

Dopo l'amaro 4° posto ai campionati europei di Aberdeen in campo maschile, ma anche lo splendido argento delle ragazze, l'Italia del curling si appresta a tornare in azione nell'ambito del Grand Slam.

Da martedì 12 a domenica 17 dicembre, il ghiaccio del Merlis Belsher Place di Saskatoon (Saskatchewan, Canada centro-occidentale) farà da palcoscenico al WFG Masters, terzo Major della stagione. L'appuntamento è riservato alle migliori 16 squadre del ranking mondiale in ambedue i settori. Le nazionali azzurre, ormai entrate in pianta stabile nel gotha del curling, hanno dunque pieno diritto di parteciparvi. Il team maschile, composto da Joel Retornaz (Fiamme Oro), Amos Mosaner (Fiamme Oro), Sebastiano Arman (Fiamme Oro) e Mattia Giovanella (Fiamme Gialle) si presenta al via nel ruolo di detentore del titolo.

Il quartetto tricolore ha difatti trionfato nell'edizione 2022, conquistando il primo dei suoi tre Slam. Le successive due affermazioni sono invece arrivate nella stagione corrente, al Tour Challenge di ottobre e al Kioti National di novembre. Insomma, fra gli uomini l'Italia ricopre sia il ruolo di campionessa in carica che quello di vincitrice di ambedue i Major andati in scena nell'inverno 2023-24. Nella fase a gironi, Retornaz e compagni si confronteranno con il Team Carruthers (martedì ore 18.30 italiane), il Team Dunstone (mercoledì ore 15.30), il Team Koe (giovedì ore 23.00) e il Team Edin (sabato ore 2.30).

La compagine femminile, formata da Stefania Constantini (Fiamme Oro), Elena Antonia Mathis (C.C. Dolomiti), Angela Romei (Fiamme Gialle), Giulia Zardini Lacedelli (C.C. Dolomiti) e Marta Lo Deserto (Fiamme Gialle) è a sua volta reduce da buoni risultati, rappresentati dai quarti di finale raggiunti in entrambi gli Slam tenutisi nella stagione corrente, oltre appunto alla finalissima continentale dove le azzurre hanno sfiorato il capolavoro contro la super Svizzera pluricampione del mondo.

Nel round robin, Constantini & Co. sfideranno il Team Gim (martedì ore 15.00), il Team Strouse (mercoledì ore 19.00), il Team Peterson (venerdì ore 3.00) e il Team Jones (venerdì ore 22.30). Le migliori otto squadre al termine della fase a gironi accederanno ai play-off, che prenderanno il via sabato. Le finali sono programmate domenica. I team italiani saranno accompagnati in loco dagli allenatori Ryan Fry e Violetta Caldart. In vista del WFG Masters, il direttore tecnico Claudio Pescia ha spiegato a fisg.org come “nel settore maschile ci sia da smaltire l'amarezza per l'esito dei Campionati Europei, dove si è giocato a lungo ad altissimo livello prima di perdere la semifinale e la sfida per il bronzo.

Un Grand Slam, con le migliori squadre del mondo, rappresenta una grande opportunità di ritrovare lo spirito vincente, usando in maniera produttiva la scossa subita ad Aberdeen. L'obiettivo degli uomini sarà di chiudere la prima parte della stagione in maniera positiva. Chiaramente, alla luce di quanto accaduto nei primi due Slam, non si può fingere di non puntare alla terza affermazione consecutiva. Però bisogna essere pragmatici e procedere un passo alla volta. Dunque, per prima cosa, sarà necessario assicurarsi la qualificazione ai play-off. Solo a quel punto si potrà pensare di tornare a vincere le partite che contano.

Riguardo le ragazze, non voglio porre obiettivi particolari, se non quello di chiudere in maniera positiva una prima parte di stagione che ha già regalato grandi soddisfazioni, quali l'ingresso nella top-ten del ranking mondiale e la medaglia d'argento agli Europei”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
13
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Le classifiche dopo Aspen: Feller, +169 pt su Strasser e la coppa di slalom può arrivare a Kranjska Gora

Le classifiche dopo Aspen: Feller, +169 pt su Strasser e la coppa di slalom può arrivare a Kranjska Gora

Lo slalom sulla Strawpile ha chiuso la lunga trasferta americana composta da cinque gare tecniche: il tirolese, entrando di nuovo in rimonta nella top five, potrà accontentarsi di un 8° posto per brindare già domenica prossima. Meillard è vicinissimo a cogliere l'obiettivo del podio nella generale, in cui Paris rimane 7°. Nella WCSL, Sala finisce sul confine della top 15 persa da Vinatzer, con Amiez sempre più in risalita.