Questo sito contribuisce alla audience de

Doppio ko per l'Italcurling ai Mondiali: la strada verso Pechino 2022 è sempre più ripida

Foto di Redazione
Info foto

WCF

Curlingcampionati del mondo 2021

Doppio ko per l'Italcurling ai Mondiali: la strada verso Pechino 2022 è sempre più ripida

A Calgary, gli azzurri cedono al Canada padrone di casa e poi di misura contro i russi. Nelle ultime quattro partite servirà l'en plein per giocarsi il pass olimpico.

Si mette in decisa salita la strada della Nazionale maschile italiana ai Mondiali di curling. Nella quinta giornata di gare a Calgary, gli azzurri hanno subito una doppia sconfitta contro Canada e Russia che potrebbe compromettere la corsa all'obiettivo della vigilia, vale a dire i primi sei posti della rassegna iridata che assegnano il pass olimpico per Pechino 2022. Con 9 partite disputate sulle 13 in programma nella prima fase a round robin, al team tricolore serve ora un finale sprint per provare ad agganciare il treno a cinque cerchi.

Si partirà dall'ottava posizione provvisoria in classifica, che è conseguenza dei due ko maturati nelle scorse ore. Il primo è arrivato, come detto, per mano dei padroni di casa del Canada. Eppure Sebastiano Arman (second, Aeronautica Militare), Mattia Giovanella (lead, C.C. Cembra 88), Amos Mosaner (third, Aeronautica Militare) e Joel Retornaz (skip, Pinerolo 2006) erano partiti subito bene rubando la mano agli avversari nel primo end e poi, dopo il pari canadese, ripiazzando altre due marcature nel quarto end fino al parziale di 3-1.

La quinta e la sesta ripresa cambiano però volto alla gara, con il 3-3 e addirittura poi il 6-3 firmato dai padroni di casa. Gli azzurri non riescono a reagire e l'incontro si conclude con il Canada in controllo e il risultato fissato sul 7-4.

Anche nella seconda partita, quella andata in scena alle 3 di notte italiane, la squadra tricolore ha iniziato con il piede giusto marcando due punti nel secondo end e rubando la mano nel terzo fino al 3-1. Poi, nel quarto, distrazioni fatali che costano addirittura 4 punti con conseguente ribaltamento del risultato (3-5). La partita prosegue fino al 7-5 dei russi e quando l'Italia dovrebbe piazzare la zampata per riaprire definitivamente la gara, si fa rubare invece la mano rendendo vani i due punti del nono end che fissano il punteggio sull'8-7 finale a favore degli avversari.

L'Italcurling tornerà sul ghiaccio questa sera alle 22 per la sfida alla Norvegia, quindi alle 3 di notte l'incontro con la Scozia. Per coltivare il sogno olimpico serve una doppia vittoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
9
Consensi sui social