Domenica 21 Luglio, 6:43
Utenti online: 165
Alessandro Genuzio
Alessandro Genuzio

foto di Viesturs Lacis | IBSF

Mariama Jamanka riporta in Germania il mondiale di bob femminile

Mariama Jamanka riporta in Germania il mondiale di bob femminile

La tedesca Mariama Jamanka è la nuova campionessa mondiale di bob femminile. La ventottenne berlinese in coppia con la frenatrice Annika Drazek a Whistler nel corso nella notte italiana, ha letteralmente dominato la rassegna iridata completando così in poco più di 12 mesi l'hat trick di trionfi nella disciplina.

L'ex-discobola e poi ex-frenatrice teutonica tra il febbraio 2018 e quest'oggi ha infatti vinto tutto quanto si potesse vincere nel bob a due, ovvero medaglia d'oro olimpica, titolo europeo, coppa del mondo e campionato mondiale, entrando di diritto nella storia di questo sport.

Prima di lei una sola altra atleta europea era riuscita in questa impresa: la leggendaria Sandra Kiriasis. Mentre se si considera solamente il triplete (olimpiade, mondiale e coppa del mondo n.d.r.) allora bisogna includere in questo ristretto club pure la canadese Kaillie Humphries.

Al di là dei record di Jamanka, la competizione iridata non ha offerto un grande spettacolo. La tedesca salvo la prima discesa ha sempre guidato la gara chiudendo con oltre un secondo di vantaggio sulla prima delle avversarie la connazionale Stephanie Schneider.

Jamanka ha fatto la differenza nel corso della terza heat dove ha stabilito il nuovo record della pista del British Columbia mettendo grossa pressione nei confronti della rivale più accreditata, l'americana Elana Meyers-Taylor. Quest'ultima nel tentativo di fronteggiare l'avversaria, a metà pista ha commesso un grosso errore in uscita di curva rovesciandosi violentemente su un fianco e tagliando il traguardo col bob con i pattini all'aria. La campionessa del mondo in carica e la sua frenatrice Lake Kwaza sono uscite dall'abitacolo piuttosto malconce decidendo di non prendere parte alla manche finale.

L'errore di Meyers-Taylor ha di fatto spianato la strada alla doppietta tedesca, regalando alla Germania un uno-due che mancava dalla tripletta di Altenberg 2008.

Terza piazza per una raggiante Christine De Bruin che festeggia il suo trentesimo compleanno con un quasi inaspettato bronzo iridato. Ottimo quarto posto per la campionessa mondiale juniores Katrin Beierl che dimostra di essere ormai pronta a giocarsi le posizioni di vertice della classifica.

Archiviata la gara femminile è andata in scena la prova a squadre che ha visto solamente 9 team. Anche in questo caso a vincere è stata la Germania che con gli skeletonisti Grotheer, Gribel e i bobbisti Lochner e Kohler ha preceduto di appena 15 centesimi il Canada e di 64 centesimi gli Stati Uniti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA