Giovedì 17 Gennaio, 14:17
Utenti online: 2411
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

foto di Instagram D. Wierer

Biathlon: Italia da sogno, le azzurre trionfano nella staffetta di Hochfilzen

Biathlon: Italia da sogno, le azzurre trionfano nella staffetta di Hochfilzen

Il quartetto composto da Lisa Vittozzi, Alexia Runggaldier, Dorothea Wierer e Federica Sanfilippo si è imposto nella prima staffetta femminile della Coppa del Mondo 2018/19. Seconda piazza per la Svezia, terza la Francia.

Lisa Vittozzi, schierata al lancio, è stata perfetta nella serie a terra, dove ha impartito una lezione di tiro a tutte le avversarie, ma ha poi utilizzato una ricarica in piedi. L’azzurra nell’ultimo giro ha aumentato il ritmo sugli sci e, dopo aver colmato il gap con la testa della gara, ha dato il cambio ad Alexia Runggaldier in prima posizione, con 4 decimi di vantaggio sulla Germania e 3” sulla Slovacchia.

In seconda frazione la gardenese ha cercato di non andare fuori giri nel fondo, cercando di limitare i danni grazie alla precisione dalla piazzola. Nella sessione in piedi ha però utilizzato due ricariche e ha perso il treno delle migliori. Al secondo cambio l’Italia è dunque passata in 11a posizione con più di un minuto di distacco dalla Slovacchia.

A questo punto è entrata in azione Dorothea Wierer, che ha prima recuperato parecchio terreno sugli sci, e poi, con una prova perfetta al poligono, si è riportata nelle posizioni di vertice. Nella serie in piedi l’azzurra ha fatto nettamente la differenza rispetto alle rivali. Entrata al poligono con 7” di distacco dalla prima, è uscita in testa appaiata con la svizzera Elisa Gasparin e 30” sulla bielorussa Sola. Nel giro finale Wierer ha ulteriormente alzato l’asticella, passando il testimone a Sanfilippo con 18” sulla Svizzera e oltre mezzo minuto su Svezia e Francia.   

In chiusura l’Italia ha schierato Federica Sanfilippo, reduce da un ottimo inseguimento, che ha dovuto contenere la rimonta di Hanna Öberg. L’azzurra ha gestito bene il primo poligono, dove ha centrato tutti i bersagli. La svedese tuttavia ha recuperato parecchio terreno grazie a un migliore range time e nel secondo giro ha alzato il ritmo, entrando in piazzola con 10” di ritardo.  

Sanfilippo non si è lasciata sopraffare dalla pressione e ha trovato un altro “zero”. La scandivana invece ha commesso un errore ed è stata scavalcata da Bescond, che ha iniziato la tornata finale con 12” di distacco dall’azzurra. Negli ultimi chilometri l’azzurra non si è fatta raggiungere e l’Italia ha così ottenuto il secondo successo nella sua storia in una staffetta femminile.

Alla fine la piazza d'onore è andata alla Svezia, poichè negli ultimi metri Öberg sopravanzato Bescond, terza sul traguardo. Le due hanno pagato rispettivamente 8" e 11" dall'italiana. E' finita invece ai piedi del podio la Russia, staccata però oltre 30" dalla terza piazza. Ha chiuso 5a la sorprendente Bielorussia, 6a la Norvegia, 7a la Germania e 8a l'Ucraina. 

Alle 14:00 prenderà il via la Staffetta Maschile!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Neveitalia Sport DB
Statistiche biathlon

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT