Questo sito contribuisce alla audience de

Biathlon: E' festa Svezia nella Staffetta Femminile a Kontiolahti. Italia nona

Biathlon: Hanna Oeberg si conferma nella seconda Sprint di Kontiolahti, azzurre in ombra
Info foto

getty images

Biathloncoppa del mondo 2022/23

Biathlon: E' festa Svezia nella Staffetta Femminile a Kontiolahti. Italia nona

La squadra svedese si conferma in grande spolvero anche nella staffetta femminile. Con Wierer fermata da un raffreddore, non basta una Lisa Vittozzi che conferma la ritrovata condizione all'Italia con il quartetto completato da Comola, Carrara e Passler.

La staffetta femminile esplode sin dalla frazione di lancio dove non viene dato spazio a tatticismi di sorta; ad aggiudicarsi la frazione è la norvegese Karoline Knotten (0+1) che ha la meglio su Linn Persson (0+1) alla quale guadagna tre secondi che riesce a difendere nell'ultimo giro. Con la svedese cambia anche la tedesca Anna Weidel (0+0). A 10 secondi la finlandese Minkkinen (0+1) mentre oltre i 20 secondi sono l'austriaca Zdouc (0+0), la slovacca Jislova (0+2) e la bulgara Todorova (0+2). Manuela Comola (0+2) è ottava a 38.5 secondi appaiata alla francese Jeanmonnot (0+4), autrice di un pessimo lancio. 

Nel primo giro della seconda frazione Lisa Vittozzi, Anais Chevalier e Elisa Gasparin riescono a limare una decina di secondi mentre in testa alla gara si forma un terzetto con Lien, Magnusson e Schneider. Nel poligono a terra la svedese non sbaglia e si avvantaggia sulla norvegese e sulla tedesca che deve ricorrere a una ricarica. La finlandese Kinnunen (4/5) e l'austriaca Hauser (4/5) escono dalla sessione a 20 secondi dalla vetta, Chevalier (5/5) e Vittozzi (5/5) sono sotto il mezzo minuto. 

Al secondo poligono sono otto squadre che entrano alla pari; Lisa Vittozzi (0+0) è precisa e velocissima come Anais Chevalier (0+0) e esce prima con 5 secondi su Gasparin (0+0) e 9 su Magnusson (0+1). Schneider (0+2) è a 12 secondi con Lien (0+1) e Hauser (0+3). 

Le sei squadre protagoniste si ricompattano e al cambio di metà gara la Francia (0+4) ha 5 decimi di vantaggio sulla Germania (0+2) e nove sull'Italia (0+2). La Svezia (0+2) cambia a 1.3. Dopo il quartetto di testa si trovano l'Austria (0+3) e la Norvegia (0+2) a 9 secondi. Nel primo giro della terza frazione Femsteinevik e Aita Gasparin non riescono a tenere il ritmo delle altre. 

Nella sessione a terra Hanna Oeberg prova a fare la voce grossa e, pur incappando in due ricariche, prende la testa della gara con dieci secondi di vantaggio su un terzetto formato da Chloe Chevalier (4/5), Vanessa Voigt (0+1) e la norvegese (0+0). Michela Carrara patisce un giro di penalità e l'Italia si ritrova in ottava posizione a un minuto e 12 dalla vetta e un minuto dal terzo posto.

Hanna Oeberg si invola nel secondo giro e ciò le permette di utilizzare due ricariche nella sessione in piedi dove Femsteinevik (0+0) non svaglia a Voigt (0+2) usa una ricarica uscendo affiancate a 20 secondi. Gasparin (0+1) è a 36 secondi e Chevalier (0+3) a 44.3. Michela Carrara (1+4) sbaglia una volta ed è ottava a 1.45.2.

All'ultimo cambio la Svezia (0+6) ha 21 secondi di vantaggio sulla Norvegia (0+2) e la Germania (0+4). La Svizzera (0+3) è a 54 secondi con la Francia (0+7)- Sesta la Finlandia (0+7) a 1.05.5, settima AustriaI distacchi  (0+6) a 1.48.5 mentre l'Italia (1+6) è ottava a 2.07.0.

I distacchi rimangono inalterati nelle prime posizione nel giro inaugurale della quarta frazione: Elvira Oeberg (5/5) tiene a distanza Herrmann (5/5) e Tandrevold (5/5). Sessione netta anche per Julia Simon che esce a 55 secondi mentre sono tre le ricariche di Haecki che si ritrova a un minuto e 23 con la finlandese Janka. Rebecca Passler, dopo aver perso 25 secondi sugli sci, sbaglia una volta ed è ottava a 2 minuti e mezzo. 

Elvira Oeberg (0+0) anche in piedi non sbaglia mentre Tandrevold (0+1) usa una ricarica ed esce dall'ultimo poligono a 37 secondi dalla svedese e con 7 secondi di vantaggio su Denise Herrmann (0+2). Julia Simon (0+0) è a 1.08.1. Rebecca Passler (0+3) è nona, appaiata a Komatz (1+3) e Charvatova (0+3) a più di tre minuti. 

Sul traguardo la Svezia (0+6) ha un vantaggio di 28.1 secondi sulla Germania (0+6) e di 31.5 sulla Norvegia (0+3). Quarto posto per la Francia (0+7) a 1.30.0, quinta la Svizzera (0+8) a 1.48.5 e sesta la Repubblica Ceca (0+8) a 1.48.5. L'Italia (1+9) è nona a 3.32.3.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
26
Consensi sui social