Questo sito contribuisce alla audience de

PSL: due quarti posti per l'Italia nel giorno di Dujmovits e Wild

PSL: due quarti posti per l'Italia nel giorno di Duijomovitz e Wild
Info foto

Getty Images

SnowboardParallelo - Sochi

PSL: due quarti posti per l'Italia nel giorno di Dujmovits e Wild

Corinna Boccacini e Aaron March si fermano a un passo dal podio nel giorno che incorona Julia Dujmovits e un incredibile Wic Wild i primi campioni olimpici della storia dello slalom parallelo.

Si chiude senza medaglie la spedizione azzurra dello snowboard alpino a Sochi 2014, ma questa volta il rammarico è maggiore rispetto alla precedente prova di slalom gigante. Perchè oggi Corinna Boccacini e Aaron  March si sono fatti strada fino alla small final e hanno impegnato i loro avversari fino all'ultimo prima di doversi arrendere al quarto posto. Invece sul podio ci sono salite Amelie Kober, bravissima malgrado il dolore a un gomito sinistro malconcio fin dai primi giorni in seguito a una caduta in allenamento, e Benjamin Karl, che ha anche approfittato dell'errore di March mentre il nostro boarder era tutto all'attacco per cercare di recuperare lo svantaggio patito nella prima run.

La gara femminile ha riservato sorprese fin dalle primissime batterie, con l'uscita prematura delle tre ragazze che avevano firmato il podio della gara di slalom gigante: tanto Patriza Kummer quanto Tomoka Takeuchi e Alena Zavarzina hanno infatti dovuto subito riporre nel cassetto le loro speranze di fare il bis di medaglia. Stupenda anche la gara della nostra Boccacini, che elimina due campionesse del calibro di Claudia Riegler e Marion Kreiner. Ma alla fine la prima atleta della storia a iscrivere il proprio nome nell'albo d'oro olimpico dello slalom parallelo è l'austriaca Julia Dujmovits, che nella big final regola la tedesca Anke Karstens. Bronzo, come detto, per l'altra tedesca Amelie Kober. Ventiduesimo posto per Nadya Ochner, l'altra azzurra in gara. Per lei la gara è finita già dopo le qualificazioni.

La gara maschile invece consacra l'incredibile Olimpiade di Vic Wild, che dopo l'oro della gara di gigante, bissa oggi nello slalom battendo in una tiratissima finale lo sloveno Zan Kosir, alla seconda medaglia qui a Sochi dopo il bronzo dell'altro giorno. Un podio quindi per due terzi uguale alla gara maschile, con l'austriaco Benjamin Karl al posto di Nevin Galmarini. Ottavo posto per Roland Fischnaller, ventesimo Christoph Mick, venticinquesimo per Meinhard Erlacker.

2
Consensi sui social

SNOWBOARD, IN EVIDENZA

Prezzi F2 TAVOLA SPEEDSTER SL EQUIPE TX CARBON

663.2€

MAXISPORT - TAVOLA SPEEDSTER SL EQUIPE TX CARBON

la tavola da snowboard f2 speedster sl equipe tx carbon da uomo è la soluzione perfetta per utenti di livello avanzato che cercano un modello da slalom capace...