Martedì 17 Settembre, 23:36
Utenti online: 976

foto di heliskicervinia.com

Heliski, la discesa che inizia dalle nuvole

Heliski Cervinia

Chi ama la montagna e lo sci sicuramente sogna di poter sciare in perfetto silenzio, su neve vergine, ammirando panorami incantevoli non rovinati da seggiovie e funivie e dai piloni che le sostengono.  Per poter conquistare questi paesaggi è di solito necessario dedicarsi a estenunati salite e a particolari attenzioni relative alla sicurezza, sicuramente non familiari alla maggior parte degli sciatori di sci alpino.
L'Heliski è una pratica che si sta sempre di più affermando sulle alpi e che consente agli sciatori di raggiungere luoghi incontaminato e di bellezza unica senza dover affrontare faticose salite scialpinistiche. La pratica dell'heliski prevede di solito l'accompagnamento di una guida alpina e può quindi essere affrontato anche da chi non ha frequentato corsi di scialpinismo.

La Valle d'Aosta è l'unica regione italiana che ha promulgato una legge sull'heliski che ne disciplina l'attività su percorsi  definiti.  La legge prescrive che la pratica dell'Heliski si possa effettuare solo con accompagnamento di guide alpine o, nel caso di percorsi privi di difficoltà alpinistiche, di maestri di sci. Il periodo di attività previsto va dai primi giorni di Gennaio fino all'inizio di Maggio.
Pochi minuti di volo sono sufficienti per raggiungere luoghi di incomparabile bellezza dove la natura regna sovrana.  Di seguito comincia la discesa: spesso si possono disegnare serpentine su neve polverosa ancora intatta provando sensazioni indescrivibili. 
I costi sono abbastanza elevati. Si può richiedere un passaggio per raggiungere una destinazione, oppure è possibile utilizzare l'elicottero per tre, quattro, sei giorni, esplorando un'intera area.

Riportiamo alcune delle proposte che abbiamo ritenuto più interessanti, con i link per gli approfondimenti.

Helibattesimo:
Si può provare il fascino del volo in elicottero, raggiungere una località non servita da impianti di risalita ed affrontare la discesa fuori pista. E' possibile nel corso di una giornata effettuare uno o più voli.
Viene offerto da numerose compagnie in varie località, ve ne segnaliamo alcune:
Cervinia: www.heliskicervinia.com
Dolomiti, Marmolada e Val Mezdì: www.skidolomites.it
Livigno: www.guidealpine.info

Heliski sul Ghiacciaio del Rutor a La Thuile (1 giornata):
Si parte dalla Helibase al colle del Piccolo San Bernardo, che è possibile raggiungere dagli impianti di La Thuile.
Salita in elicottero sulla vetta del Rutor (3.486 mt di altezza), discesa lungo il ghiacciaio omonimo con fuoripista non impegnativo.  Si raggiunge il villaggio francese di Le Miroir (1220 mt) e successivamente è possibile tornare in taxi a La Rosiere e rientrare a La Thuile con gli impianti di risalita di La Rosiere-La Thuile.

Altri Heliski a La Thuile

 - il Mont Fredouaz: dai 2.835 mt della cima che sovrasta il vallone di Ponteilles nel comune di La Thuile, una splendida discesa su pendii settentrionali che si mantengono polverosi sino a stagione inoltrata.
 - il Miravidi e la Punta Lechaud: percorrendo pendii prevalentemente orientati ad est, si parte da una cima di 3.066 mt (il Miravidi) o di 3.127 mt (la Punta Lechaud), poste sullo spartiacque tra la Valle di La Thuile e la Francia, potendo scegliere tra più varianti per cogliere le migliori condizioni del momento.
 - il Mont Ouille: con i suoi 3.099 mt offre un’entusiasmante discesa su pendii esposti a sud-ovest che terminano nel pianoro sottostante il passo del Piccolo San Bernardo.

Heliski nella valle di Cervinia (1 giorno, più voli)
Una vera indigestione di fuoripista con la possibilità di effettuare più voli in elicottero e di scendere i più bei pendii dell’alta valle del Cervino. Si percorre nel complesso un dislivello totale di 4000 metri
proposto da www.heliskicervinia.com
Galleria Fotografica

Heliski nella valle di Valgrisenche (programmi di più giorni)
Alcune delle mete:
 - la Punta Rabuigne: sulla dorsale tra Valgrisenche e Val di Rehmes, un pendio che si sviluppa subito sotto i 3.261 mt della vetta, su versante settentrionale che scende in Valgrisenche.
 - la Punta Feluma: dai suoi 3.213 mt giù sino ai 1.664 mt del paese di Valgrisenche su un pendio orientato a nord-ovest dove si distende un ampio canale.
proposti da: www.heliski-valgrisenche.com
Galleria Fotografica

Heliski sul Monterosa verso Zermatt (1 giorno)
Volo in elicottero verso il col Colle del Lys (Monte Rosa - 4.300 Mt.).
Discesa verso Zermatt lungo uno dei più immensi e spettacolari ghiacciai d’Europa, il Grenzgletscher di circa 16 Km.
Rientro a Cervinia con gli impianti di risalita.
proposto da www.heliskicervinia.com
e da www.heliski-monterosa.com

Heliski nella valle del Monte Bianco
Alcune delle mete proposte:
 - il Mont Fortin: dai suoi 2.716 mt si scende sulla Val Veny: pendii settentrionali che mantengono neve fresca a lungo.
 - il Petit Mont Blanc e l’Aiguille de l’Aigle, alte rispettivamente 3.424 mt e 3.512 mt si ergono sopra il Lago Combal della Val Veny e permettono una discesa in pieno sole!
 - il Dome des Neiges-Aiguilles des Glacier: subito sotto i 3.817 mt dell’Aiguilles des Glacier all’estremità orientale della catena del Monte Bianco, abbina ad un panorama maestoso una discesa per veri intenditori!
 - il Piton des Italiens: da ca. 3.900 mt in prossimità del Col di Bionassey si offrono più possibilità. Scendere direttamente sul ghiacciaio del Miage, risalire per 300 mt sino alla Capanna Vallot e da qui discendere in Francia, e “last but not least” salire sino alla vetta del Monte Bianco per una discesa dai suoi 4.810 mt.
 - il Col Infranchissable: colle a 3.349 mt che separa i bacini del Ghiacciaio del Miage (versante italiano in Val Veny) da quello del Ghiacciaio di Trèlatete in Francia offre l’imponente panorama del versante sud-occidentale del Monte Bianco.
proposte da: www.heliskicourmayeurmontblanc.it
Galleria Fotografica

Francesco Macchi
NeveItalia.IT