Lunedì 26 Febbraio, 2:30
Utenti online: 444
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Chloe Kim fa la storia nell'halfpipe femminile dello snowboard, Shaun White pronto a rifarla in quello maschile

Chloe Kim fa la storia nell'halfpipe femminile dello snowboard, Shaun White pronto a rifarla in quello maschile

Il riepilogo delle gare che hanno assegnato i titoli di giornata ai Giochi olimpici invernali.

Con una terza run stratosferica che le ha fruttato un punteggio di 98,25 la statunitense di chiare origini coreane Chloe Kim a neanche 18 anni vince l'oro nell'halfpipe femminile e diventa la più giovane campionessa olimpica di sempre nello snowboard. Argento alla cinese Liu Jiayu, bronzo all'altra statunitense Arielle Gold, quarta come a Torino 2006 la terza statunitense, Kelly Clark, alla sua quinta Olimpiade, oro a Salt Lake City 2002 e bronzo a Vancouver 2010 e Sochi 2014, è proprio lei a essere spodestata dalla connazionale Kim come più giovane oro olimpico femminile della tavola.

Nelle qualificazioni della corrispettiva gara maschile dà spettacolo Shaun White, lo statunitense, che qualche mese fa si è visto applicare 62 punti in faccia per una spaventosa caduta e ha rischiato di non essere a questi Giochi, ha piazzato una seconda run al limite della perfezione che gli ha fruttato 98,50 punti: chiarissima la sua volontà di vincere il terzo oro nella specialità dopo quelli di Torino 2006 e di Vancouver 2010 e il quarto posto di Sochi 2014.

Nei 1500 metri maschili del pattinaggio di velocità solito dominio olandese con Kjeld Nuis che vince l’oro com 85 centesimi di vantaggio sul connazionale Patrick Roest, il bronzo è andato al sudcoreano Kim Min-seok, staccato di 92 centesimi. Ventisettesimo Andrea Giovannini. Il torneo di curling misto a coppie, un uomo e una donna, il primo nella storia dei Giochi con questo format, è appannaggio del Canada che nella finale per l’oro ha dominato la Svizzera, argento, per 10-3, la finale per il bronzo la vince la Russia per 8-4 sulla Norvegia.

Infine nel singolo femminile dello slittino secondo oro consecutivo per la tedesca Natalie Geisenberger che infligge un distacco abissale, 367 millesimi, sulla connazionale Dajana Eitberger, colei che potrebbe essere la sua erede, che oggi conquista l’argento, bronzo per la canadese Alex Gough a 412 millesimi, quarta l’altra tedesca Tatjana Hüfner, oro nel 2010, che per 79 millesimi manca la quarta medaglia olimpica consecutiva. Le azzurre: decima Andrea Vötter, quattordicesima Sandra Robatscher.

Twitter: @aquila1968

ę RIPRODUZIONE RISERVATA