Questo sito contribuisce alla audience de

La Svezia vince la Staffetta femminile, grande Italia quinta

La Svezia vince la Staffetta femminile, grande Italia quinta
Info foto

Getty Images

Biathlonpechino 2022

La Svezia vince la Staffetta femminile, grande Italia quinta

Persson, Brorsson e le sorelle Hanna e Elvira Oeberg portano la Svezia sul tetto di Olimpia, mentre Vittozzi, Wierer, Comola e Sanfilippo, che utilizzano solo 5 ricariche, ottengono il miglior risultato olimpico nel format con la quinta posizione, sognando sino all'ultimo poligono.

Cielo terso, vento nella norma, temperature intorno ai -15°: allo Zhangjakou Biathlon Center si disputa l'ultima Staffetta del Biathlon di queste Olimpiadi, la prova femminile.

Dopo un primo giro con Lisa Vittozzi che detta il ritmo, il poligono a terra non fa selezione; usa una ricarica l'azzurra ma perde solo una manciata di secondi come la russa Kazakevich. 

La svedese Linn Persson tenta il primo affondo di giornata nel secondo giro guadagnando cinque secondi; inpiedi la svedese paga una ricarica come Vittozzi che spara rapidamente, Non vi è selezione, tutte le squadre in lizza sono in un fazzoletto di 30 secondi. Al primo cambio Voigt (0+0), Persson (0+1) e Vittozzi (0+2) cambiano insieme con 12.3 di vantaggio sulla bulgara Todorova (0+2), Bescond (0+1) e Knotten (0+0). A 16.9 la russa Kazakevich (0+2); la Leshchanka (0+2) con la Bielorussia, Oro olimpico uscente, a 27.5 dalla vetta. 

Dorothea Wierer è la più veloce al poligono a terra e giadagna 5 secondi su Brorsson e Hinz; Reztsova utilizza una ricarica e si ritrova a 14 secondi mentre Alimbekava ritorna forte e con un 5/5 è sesta a 22.7 davanti a Tiril Eckhoff che deve usare due ricariche. Un giro di penalità per Anais Chevalier.

Nel secondo giro della frazione, Reztsova si riporta rapidamente su Svezia e Germania mentre Eckhoff prova a forzare per recuperare secondi preziosi dopo aver saltato agevolmente Alimbekava. Bel poligono di Wierer (0+0) che si ritrova Reztsova (0+1) alle spalle, Brosson (0+0) è a 8.8 secondi, Hinz che deve usare due ricariche (0+2) è a 31.4 secondi, il Canada con Bankes (0+3) a 55.7. Rientra Davidova (0+1) con la Repubblica Ceca sesta a 1.04.9. Gira Alimbekava (1+3), due volte Tiril Eckhoff (2+5).

A metà gara la Russia di una scatenata Reztsova ha 10 secondi di vantaggio sull'Italia, 27 sulla Svezia, 46 sulla Germania. La Repubblica Ceca è quinta a 1.17.1, Cabada a 1.31.7, Francia e Norvegia sono intorno a un minuto e 50 precedute anche dall'Austria. 

Hanna Oeberg scavalca presto Samuela Comola che procede con il suo ritmo. Ottima sessione di tiro a terra per Mironova, cinque su cinque anche per Comola che esce insieme a Oeberg che ha dovuto utilizzare una ricarica; il distacco è di 23 secondi. Non sbaglia Preuss ed è a 48 secondi. Nel gruppo dietro, a più di un minuto e mezzo una ricarica per Jislova con la Repubblica Ceca quinta. Non sbaglia Lien a 1.54.4. Due ricariche per Braisaz che si ritrova nona a 2.10.5 con l'ucraina Merkushyna. 

In piedi Mironova crolla e deve girare e Comola con una ricarica si ritrova a  comandare le operazioni cin Hanna Oeberg che deve ricorrere a tutto il caricatore. Due errori per Preuss, quarta a mezzo minuto, rientra in gara con un 5/5 Justine Braisaz.

All'ultimo cambio Hanna Oberg (0+4) ha 7.4 di vantaggio su Samuela COmola (0+1) e 13.5 su Mironova (1+3); Preuss (0+2) è a 37 secondi; Lien (0+1) a 1.15.5 affiancata a Braisaz (0+2). 

Si scatena Denose Herrmann che nel primo giro recupera 24 secondi a Nigmatullina e poco di più a Comola, Al poligono a terra sbaglia solo Hermann e la situazione al vertice vede la Sveiza con 26 secondi di vantaggio sulla Russia, 35 sull'Italia e 46 sulla Germania. Dietro non sbaglia Julia Simon che si ritrova a 1.11.4 mentre Roeiseland deve utilizzare una ricarica ed è poco più indietro. 

Hermann raggiunge e scavalca Sanfilippo e l'ultimo poligono può fare la differenza. Elvira Oeberg (0+4) utilizza una sola ricarica e si lancia verso la medaglia d'Oro. Nigmatullina (0+1) per l'Argento deve difendersi dall'attacco di Herrmann (0+2) che deve recuperare 10 secondi. Roeiseland (0+2) non riesce ad andare a medaglia mentre gira Simon (1+3) che deve arrendersi.

Al traguardo la Svezia (0+6) precede di 12.0 la Russia, medaglia d'Argento, (1+7) e la Germania (0+) a 37.4.  La Norvegia (2+8) è quarta a 50.7, Italia (0+5) quinta a 1.33.1 con la soddisfazione di non utilizzare ricariche. Francia (2+10) sesta a 2.13.0

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
70
Consensi sui social