Domenica 16 Dicembre, 10:34
Utenti online: 3303
Massimo Brignolo
Massimo Brignolo

Olimpiadi 2026: Discesa maschile a Bormio, Fondo a Tesero, Pattinaggio Velocitą a Baselga di Pinč

Olimpiadi 2026: Discesa maschile a Bormio, Fondo a Tesero, Pattinaggio Velocitą a Baselga di Pinč

L'analisi del rapporto della Commissione di Valutazione del CIO sulle candidate a ospitare le Olimpiadi del 2016, riserva qualche sorpresa sulle sedi di gara proposte da Milano-Cortina

Dopo la formalizzazione dell'invito a Calgary, Stoccolma e Milano-Cortina a approfondire la loro candidatura in vista dell'assegnazione finale che avverrà a giugno del prossimo, il CIO ha reso pubblico il rapporto preparato dal gruppo di lavoro guidato dal vicepresidente Juan Samaranch. Per la prima volta si può leggere nero su bianco la proposta in termini di sedi di gara sottoposta dal CONI per la candidatura italiana e non mancano le sorprese.

Si conferma Milano come cluster delle discipline del ghiaccio: il Forum di Assago è destinato a ospitare Pattinaggio di Figura e Short Track, il nuovo impianto, il Palaitalia di Santa Giulia a Rogoredo sarà il campo centrale del torneo di Hockey affiancato dal Palalido come seconda sede. Manca l'Oval per il Pattinaggio di Velocità su Pista Lunga e questa è la prima sorpresa. La proposta italiana prevede di utilizzare la pista di Baselga di Pinè, impianto al momento all'aperto per il quale sarà necessaria per adeguarsi agli standard olimpici la costruzione di una copertura.

Risalendo per la Val di Fiemme, che acquisisce sempre più un ruolo di quarto polo (dopo Milano, Cortina e Valtellina), lo stadio del Fondo di Tesero non ospiterà solo, come nel masterplan della candidatura tripartita, il segmento sugli sci della Combinata Nordica con il trampolino di Predazzo per il Salto ma, come logica avrebbe voluto sin dal primo momento, sarà la sede delle prove di Sci di Fondo. 

Nessuna sorpresa arriva da Cortina con il pacchetto delle attività dello Sci Alpino, la pista Eugenio Monti per le gare di budello dopo adeguata ricostruzione a fronte della quale si lasciano alcune alternative aperte fuori confine come Innsbruck e St.Moritz, e il curling nello storico Palazzo del Ghiaccio delle Olimpiadi del 1956. Ma, a conferma di quanto trapelato nei giorni scorsi, la Discesa Libera e il SuperG maschile dovrebbero svolgersi a Bormio sulla pista Stelvio. E a questo punto tutte le prove di Freestyle e Snowboard possono essere ricompattate a Livigno. 

Il CONI non si sbilancia sulla sede delle gare di Biathlon, nascondendosi dietro un generico "si stanno considerando le alternative esistenti". 

Questa prima proposta prevede, infine, entrambe le Cerimonie, Apertura e Chiusura, a Milano.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA