Questo sito contribuisce alla audience de

Milano-Cortina 2026, Zaia: "La nuova pista da bob è una delle priorità della nostra regione"

Milano-Cortina 2026, Zaia: 'La nuova pista da bob è una delle priorità della nostra regione'
Info foto

Getty Images

Olimpiadigiochi olimpici

Milano-Cortina 2026, Zaia: "La nuova pista da bob è una delle priorità della nostra regione"

La scorsa settimana si sono incontrati i dirigenti del Ministero dello Sport con quelli delle regioni interessate all'evento olimpico (Veneto, Lombardia e le province autonome di Trento e Bolzano): sul tavolo dell'incontro il nuovo finanziamento statale, pari a 145 milioni di euro.

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, si è detto molto soddisfatto delle ulteriori risorse inserite nella Legge di Bilancio statale 2021, a favore di coloro che hanno costruito infrastrutture in vista dei Giochi di Milano-Cortina 2026: "Grazie a questo nuovo finanziamento possiamo iniziare a pensare anche alle infrastrutture sportive e agli interventi strettamente connessi. In questi giorni, durante i Mondiali di sci alpino, Cortina si sta dimostrando all'altezza di tutte le capitali mondiali di sport invernali. Il nostro obiettivo per i prossimi cinque anni deve essere quello di creare il più alto numero di sinergie territoriali, per rafforzare la nostra struttura".

"C'è bisogno di decreti attuativi che accorcino i tempi per la realizzazione delle opere; per esempio la riqualificazione del budello "Eugenio Monti" avrà un ruolo importantissimo, poichè in futuro potrà diventare anche un'infrastruttura turistica."- ha aggiunto sempre il governatore della Regione Veneto.

Questi 145 milioni vanno a sommarsi al miliardo di euro stanziato nel 2019, riservato esclusivamente alle infrastrutture olimpiche: "Questa prima parte è già stata investita nel piano infrastrutture della ragione Veneto, in particolare nella variante di Longarone in quella di Cortina, nonchè in altre opere ferroviarie. - afferma Zaia - Inoltre, confermo che le gare di slittino, bob e skeleton si disputeranno ai piedi delle Tofane, come accadde nelle Olimpiadi del '56, sulla pista "Eugenio Monti", un diamante che splende ancora a 70 anni di distanza".

Per i Giochi Olimpici del 2026 sono già state individuate quattordici sedi di gara, dislocate in quattro località: Milano, Valtellina, Cortina e Val di Fiemme.

A Cortina si disputeranno le gare di sci alpino femminile, le gare di curling nello Stadio Olimpico e le discipline di budello (bob, slittino e skeleton) sulla "Eugenio Monti"; inoltre, nella vicina Anterselva, andranno in scena le gare di biathlon.

#MILANOCORTINA2026 #BOB #SLITTINO
© RIPRODUZIONE RISERVATA
131
Consensi sui social