Giovedì 18 Ottobre, 10:15
Utenti online: 896
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Il piccolo

Elan inaugura il suo museo, Ingemar Stenmark effettua il tradizionale taglio del nastro

Elan inaugura il suo museo, Ingemar Stenmark effettua il tradizionale taglio del nastro

Elan, storico marchio di sci sloveno, ha aperto il mese scorso il suo museo dedicato allo sci alpino vicino al suo quartier generale di produzione, pochi chilometri a nord della capitale slovena Lubiana.

Il grandissimo svedese Ingemar Stenmark, che con Elan in 16 anni di carriera ha raccolto tutti i suoi 86 successi in gare di Coppa del Mondo, due ori olimpici e tre titoli mondiali, ha inaugurato il museo con il tradizionale taglio del nastro, al suo fianco c’era l’amico e antico rivale Bojan Križaj, altro sciatore Elan e che, pur gareggiando sotto l’allora Jugoslavia, è stato il primo sloveno a vincere una gara di Coppa del Mondo.

Nata nel 1945 per la produzione di sci per le truppe partigiane jugoslave nella resistenza contro la Germania nazista, Elan è una delle più antiche case produttrici di sci. Nel 1991 ha introdotto Sidecut Extreme (SCX), il design di sci di forma originale che ha rivoluzionato lo sport e grazie al quale anche chi non era uno sciatore professionista poteva essere in grado di carvare e non solo di curvare con 205 cm di sci sotto i piedi. "Il nostro obiettivo è creare uno spazio in cui sloveni e stranieri possano vedere una parte importante della storia slovena e sportiva", afferma i CEO Jeffrey Tirman.

I visitatori possono conoscere l'evoluzione della tecnologia dello sci Elan, dai fiammiferi di legno di ieri alle leghe sottili di domani, oltre a partecipare a simulazioni di attrezzature interattive. Troveranno anche materiali vincenti, sci che hanno toccato il podio con Stenmark e altre celebrità Elan, immortalati dietro il vetro. Elan è il primo produttore di sci ad avere un museo dedicato. "La Slovenia ha un posto importante nella storia dello sci e nello sviluppo delle attrezzature da sci - afferma il direttore della divisione sci di Elan Leon Korošec -. Il museo mostra ciò che abbiamo fatto in passato e da dove prendiamo ispirazione per il futuro”.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA