Questo sito contribuisce alla audience de

Le novità di Vist Tech per la stagione 2014-15

Sci e Attacchi

Le novità di Vist Tech per la stagione 2014-15

Oggi vi presentiamo Vist Tech, la divisione tecnica di Vist, con l’amministratore unico Elmar Stimpfl che ci illustra il sistema Vist per quanto riguarda gli attacchi e la collezione sci presentata dal resposnabile dello sviluppo QuimFrigola.

Gli attachi Vist Tech nascono nel 2003, dopo la produzione di piastre per molteplici case di sci. Il sistema integrato Vist Tech mira a ridurre il peso e il costo, con un occhio al design, senza dimenticare l’obiettivo principale: la sicurezza.

Elmar ci illustra l’attacco 10-18, il modello di punta, per esperienze in pista e anche fuori pista, grazie alla parte centrale -lo ski stopper- di diverse misure e in grado di adattarsi a più di uno sci.

La particolarità della produzione Vist è la flessibilità, grazie a numeri bassi è in grado di soddisfare rapidamente le richieste di serie particolari di attacchi, anche personalizzabili grazie ad un sistema a carena: tre diverse basi su cui applicare le carene colorate, come le vecchie cover dei cellulari.

Per quanto riguarda la produzione sci, QuimFrigola ci illustra la due principali novità della stagione 2014-15: lo sci 316 e il Revolution.
Quest’ultimo è uno sci che unisce le caratteristiche principali degli sci in produzione per Vist: una spatola di 132 mm quadrata derivante da un allmountain con un leggero rocker per facilitare l’ingresso in curva e gestire lo sci sulla neve trasformata e rovinata, un centro stretto, derivato dallo slalom, per invertire più velocemente e tenere sul ghiaccio, e coda derivata dal modello si SuperG, per una uscita di curva molto veloce. Il nucleo è quello di un race carve, totalmente in legno ma gestibile, per avere uno sci polivalente su tutti i terreni e gran parte degli archi di curva.

La seconda novità è il Vist 316: uno sci molto leggero con il sistema di attacco-piastra più leggero tra quelli in produzione di Vist, pensato per passare dalla pista al fuoripista, con un centro di 92mm, per essere largo quanto basta per garantire un minimo di galleggiabilità senza pregiudicare la stabilità in pista e la reattività generale.
La soletta trasparente mostra il nucleo di legno, anche su sci del genere, per nobilitare l’intera costruzione.

2
Consensi sui social