Questo sito contribuisce alla audience de

Thompson si conferma la più forte in campo femminile anche nella tappa francese. Tra gli uomini prima vittoria per Schauer

Thompson si conferma la più forte in campo femminile anche nella tappa francese. Tra gli uomini prima vittoria per Schauer
Info foto

Getty Images

FreestyleSkicross

Thompson si conferma la più forte in campo femminile anche nella tappa francese. Tra gli uomini prima vittoria per Schauer

La Coppa del Mondo di skicross ha vissuto nella giornata di venerdì 9 gennaio il suo secondo appuntamento stagionale dopo la gara inaugurale disputatasi a Nakiska, in Canada, lo scorso 6 dicembre. Le successive gare in programma il 12 e 13 dicembre nella località francese di Val Thorens e quelle del weekend successivo che avrebbero dovuto disputarsi nella località altoatesina di San Candido sono state cancellate per mancanza di neve, costringendo così atleti a uno stop di ben cinque settimane tra la prima e la seconda gara stagionale.  

Fortunatamente il massimo circuito mondiale di quella che è forse la specialità più spettacolare del freestyle è ripartito questo week end proprio dalla località francese in cui si sarebbe dovuto gareggiare quattro settimane fa.

Lo spettacolo non è mancato in questa bellissima pista intitolata al campione olimpico in carica della specialità Jean Frederic Chapuis, soprattutto grazie ad una curva verso sinistra in contropendenza situata nella parte finale del tracciato che ha mischiato le carte in tavola in più occasioni.

In campo femminile le prime due posizioni sono state conquistate dalle stesse due atlete che si erano classificate prima e seconda a Nakiska. La ventiduenne Marielle Thompson ha vinto la sua seconda gara stagionale precedendo di un niente sul traguardo la venticinquenne connazionale Georgia Simmerling, che anche stavolta si è dovuta accontentare della piazza d'onore. La Thompson aveva condotto in testa la finale fino alla parte centrale della gara, quando appena prima di entrare nella parte più tecnica del tracciato, la Simmerling è riuscita a passare dal quarto al primo posto. La venticinquenne è riuscita a mantenere la prima posizione nelle successive curve fino al rettilineo finale, nel quale la più giovane connazionale è riuscita a raggiungerla e a sfidarla in un testa a testa il cui esito è stato deciso solamente grazie al photo finish. Per la Thompson, campionessa olimpica in carica della specialità, si tratta dell'ottavo successo e del sedicesimo podio in carriera in Coppa del Mondo. Per la Simmerling, invece, questo è il quinto podio in carriera nel massimo circuito mondiale. Sul gradino più basso del podio si è piazzata l'atleta di casa Alizee Baron. Per la venitudenne questo è il quarto podio in carriera in Coppa del Mondo, il primo dopo il terzo posto ottenuto quasi tre anni fa nella tappa tedesca di Bischofswiesen.

Quarto posto per la svedese Anna Holmlund, mentre al quinto posto si è classificata l'idolo di casa Ophelie David, classe '76, vincitrice di tre Coppe del Mondo generali e di sette Coppe del Mondo di specialità tra le stagioni 2003/04 e 2009/10.

Le due Italiane presenti in questa gara, Sabine Wolfsgruber e Debora Pixner, non sono riuscite a qualificarsi per i quarti di finale classificandosi rispettivamente trentunesima e trentatreesima.

In campo maschile il tedesco Andreas Schauer, ventinove anni da compiere il prossimo 18 gennaio, è riuscito a centrare il suo primo successo in carriera in Coppa del Mondo. L'unica altra volta in cui era riuscito a salire sul podio era stato due stagioni fa a Sochi. Nella big final sembrava profilarsi una doppietta tedesca con Daniel Bohnacker a precedere Schauer, ma nella curva a sinistra in contropendenza Bohnacker ha commesso un errore che lo ha fatto cadere, lasciando via libera al connazionale che non si è lasciato sfuggire l'opportunità di vincere la gara. Alle spalle di Schauer si è classificato il francese campione olimpico e mondiale in carica Jean Frederic Chapuis, al sesto podio in carriera in Coppa del Mondo. Il terzo posto è andato al ventiquattrenne austriaco Johannes Rohrweck, al suo secondo podio in carriera nel massimo circuito mondiale dopo il secondo posto ottenuto a Kreischberg la stagione scorsa. Il vincitore della prima gara stagionale Thomas Zangerl si è classificato sesto dopo essere caduto in semifinale a seguito di un contatto con il francese Arnaud Bovolenta, poi vincitore della small final. Questa doppia caduta nella semifinale è stata fondamentale per il terzo posto di Rohrweck, che da quarto si è ritrovato secondo dietro Schauer e dunque qualificato per la finale. La fortuna per l'Austriaco è continuata anche nella big final, dove nel tratto conclusivo del tracciato da quarto si è ritrovato terzo per la caduta di Bohnacker.

Dei quattro Italiani presenti in gara, Stefan Thanei e Marco Tomasi sono i due che hanno partecipato agli ottavi di finale classificandosi a fine gara rispettivamente al ventiquattresimo e ventisettesimo posto. Gli altri due, invece, non sono riusciti a qualificarsi: Francesco Mauriello ha ottenuto il cinquantunesimo tempo nelle qualificazioni, mentre Diego Castellaz il cinquantatreesimo.

Il prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo di skicross sarà oggi, sabato 10 gennaio, alle ore 13:30.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social