Questo sito contribuisce alla audience de

Skicross: nella notte di Arosa vincono i fratelli canadesi Schmidt, Tomasoni è 5°

Foto di Redazione
Info foto

2023 Getty Images

Freestylecoppa del mondo 2023/24

Skicross: nella notte di Arosa vincono i fratelli canadesi Schmidt, Tomasoni è 5°

Nel terzo appuntamento di Coppa del Mondo, con la classica sprint in Svizzera, il bergamasco sogna fino alla semifinale e ottiene comunque il miglior risultato in carriera. Altra gara amara per Deromedis, mentre Naeslund è quinta e nella finale femminile succede di tutto con tripla caduta alla prima curva.

Due fratelli in trionfo e un gran piazzamento, il migliore di questo avvio di stagione, per la nazionale italiana.

La Sprint sotto le luci dei riflettori di Arosa (e una nevicata sempre più intensa dalle semifinali in poi), unica gara della CdM di skicross con questo format, vede Federico Tomasoni chiudere ottimo quinto, ma pure con qualche rimpianto se pensiamo alla velocità mostrata in tutti i turni, e già ieri con la seconda prestazione in qualificazione, dal 26enne bergamasco.

Dopo aver superato i sedicesimi di finale, l'azzurro (bronzo mondiale a squadre in coppia con Jole Galli) ha dominato la sua heat degli ottavi e dei quarti, fermandosi poi in semifinale dove ha sbagliato la partenza: su un tracciato così breve, neppure 500 metri di lunghezza, Tomasoni non è riuscito a rimontare dovendosi accontentare della small final, nella quale ha fatto ancora il vuoto per un quinto posto che significa best in carriera (sinora aveva un 6° a Reiteralm, lo scorso febbraio).

E' stata la notte dei fratelli canadesi Jared e Hannah Schmidt: il primo ha bissato il successo di gara-2 a Val Thorens (venerdì scorso), ottenendo le prime due vittorie in CdM nel giro di quattro giorni dopo aver battuto nella finalissima il connazionale Reece Howden, lo svedese Erik Mobaerg e il tedesco Tobias Mueller. In precedenza, l'Italia aveva perso agli ottavi Simone Deromedis (alla fine 19°, per il campione del mondo avvio di annata 2023/24 complicato) e Dominik Zuech (23°), già ai sedicesimi Zorzi, Cazzaniga e Gunsch.

Hannah Schmidt, invece, ha approfittato di una situazione clamorosa nella big final femminile per trionfare per la prima volta nel massimo circuito. Alla prima curva, quando la canadese era in ultima posizione, l'ingresso di Marielle Berger Sabbatel su Marielle Thompson e Christina Foedermayr, ha portato la francese, la canadese più esperta e l'austriaca a finire a terra, con la giuria che poi ha assegnato il secondo posto ex-aequo mentre Schmidt poteva esultare in perfetta solitudine.

E Sandra Naeslund? E' uscita in semifinale, non riuscendo a vincere per la seconda gara consecutiva (una notizia): la fuoriclasse svedese detentrice della sfera di cristallo ha poi vinto la small final, chiudendo quinta ma perdendo la leadership nella generale a favore di Berger Sabbatel, sempre sul podio nelle prime tre gare di questa Coppa del Mondo.

Prossimo appuntamento? La prima delle due tappe italiane, con le classicissime sulla “Baranci” di San Candido nella settimana pre natalizie: qualificazioni il 19-20 dicembre, le due gare previste giovedì 21 e venerdì 22.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
20
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Le classifiche dopo Aspen: Feller, +169 pt su Strasser e la coppa di slalom può arrivare a Kranjska Gora

Le classifiche dopo Aspen: Feller, +169 pt su Strasser e la coppa di slalom può arrivare a Kranjska Gora

Lo slalom sulla Strawpile ha chiuso la lunga trasferta americana composta da cinque gare tecniche: il tirolese, entrando di nuovo in rimonta nella top five, potrà accontentarsi di un 8° posto per brindare già domenica prossima. Meillard è vicinissimo a cogliere l'obiettivo del podio nella generale, in cui Paris rimane 7°. Nella WCSL, Sala finisce sul confine della top 15 persa da Vinatzer, con Amiez sempre più in risalita.