Questo sito contribuisce alla audience de

Ispezione sulla "Baranci", ci saranno tante novità per la CdM di skicross a San Candido

Foto di Redazione
Info foto

ufficio stampa

Freestylecoppa del mondo skicross

Ispezione sulla "Baranci", ci saranno tante novità per la CdM di skicross a San Candido

Il prossimo 21-22 dicembre il classico appuntamento nel comprensorio 3 Cime / Dolomiti. "Cambieremo completamente la zona di partenza e la pista sarà ancora più selettiva".

La Coppa del Mondo di skicross in Italia significa... San Candido.

Poco prima di Natale, la tradizionale tappa del massimo circuito farà di nuovo tappa nel comprensorio 3 Cime / Dolomiti. Nelle scorse ore l'ispezione della FIS sulla pista Baranci, considerata la pista simbolo della disciplina, la più tosta con i suoi 1200 metri di lunghezza.

Sono state fissate alcune modifiche nel corso del tradizionale meeting estivo in Alto Adige; al sopralluogo erano presenti il costruttore della pista Andreas Silbernagl (Prinoth), Klaus Waldner (responsabile gare skicross FIS), Anna Banach (Infront), Luigi Catalfamo (regista Infront), Kurt Sulzenbacher (direttore di gara a San Candido) e Gabriel Fauster (segretario generale a San Candido). “Il prossimo inverno cambieremo completamente la zona di partenza e la renderemo ancora più selettiva. I migliori skicrosser del mondo qui non potranno più permettersi di fare degli errori, altrimenti usciranno di pista – afferma Gabriel Fauster - Cambieremo anche la parte centrale della pista Baranci: in quel tratto il tracciato sarà più largo e veloce, permettendo più manovre di sorpasso.

Allo stesso tempo faremo tutto il possibile per anticipare le possibili situazioni di pericolo”.

Il prossimo inverno la carovana della Coppa del Mondo sarà attesa a San Candido domenica 18 dicembre. Dopo una giornata di allenamento, martedì 20 si svolgeranno le due qualificazioni. Mercoledì 21 e giovedì 22 ecco le due sfide (probabile orario di gara fissato alle 12.00) per il successo nel meraviglioso comprensorio 3 Cime / Dolomiti: “Naturalmente per noi come destinazione turistica, l'appuntamento prima di Natale è ideale. In generale con le nostre gare, così come con quelle dei nostri colleghi a Carezza, in Val Gardena e in Alta Badia, tutto l'Alto Adige può trarre beneficio dal concentrato di sport invernali e di belle immagini televisive poco prima delle festività, per rendere allettante agli ospiti un soggiorno tra le nostre fantastiche montagne”, ha concluso Fauster.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
45
Consensi sui social