Questo sito contribuisce alla audience de

Fabian Boesch e Lisa Zimmermann si laureano campioni mondiali nello slopestyle

Fabian Boesch e Lisa Zimmermann si laureano campioni mondiali nello slopestyle
Info foto

Getty Images

FreestyleSlopestyle

Fabian Boesch e Lisa Zimmermann si laureano campioni mondiali nello slopestyle

I giovanissimi Fabian Boesch e Lisa Zimmermann trionfano nella rassegna iridata che si sta svolgendo a Kreischberg e si laureano campioni mondiali nello slopestyle.  

In campo femminile la diciottenne tedesca Lisa Zimmermann, detentrice della Coppa del Mondo di specialità, ha vinto il suo primo titolo mondiale confermando il primo posto ottenuto nelle qualificazioni del giorno precedente. Nella finale femminile, a cui hanno partecipato solo cinque atlete poiché la canadese Yuki Tsubota non è partita, alla tedesca è bastata una seconda run delle sue per vincere la gara, siglando un 85.80 irraggiungibile per le altre. Nella prima run la Zimmermann aveva commesso tanti errori e aveva terminato in ultima posizione provvisoria, con l'italiana Silvia Bertagna che con il suo 70.60 aveva speranze di medaglia grazie alla seconda posizione momentanea dietro alla norvegese Vilde Johansen, al comando con 74.40. Ma nella seconda run sia la Norvegese sia l'Azzurra non sono riuscite a migliorare il punteggio della loro prima prova, mentre la slovacca Zuzana Stromkova ha fatto segnare un punteggio di 77.60, la britannica Katie Summerhayes ha ottenuto 81.40 punti, e infine la favorita alla medaglia d'oro Lisa Zimmermann è stata premiata dai giudici con 85.80 punti. Nella terza e decisiva run la diciannovenne Johansen ha ottenuto il suo miglior punteggio con un 76.00 che però non è servito a farla entrare in zona medaglie. A quel punto solo la ventottenne Bertagna poteva togliere la sicurezza del podio alle tre atlete che sarebbe scese dopo di lei, ma il suo 73.20 non le è servito a scalzarsi dalla quinta, e comunque ottima, posizione finale. A quel punto alla ventiquattrenne Stromkova e alla diciannovenne Summerhayes, già sicure della medaglia, non è restato che provare a spingersi oltre le proprie capacità per poter sperare di insidiare la prima posizione della tedesca. Stromova ha commesso diversi errori che le hanno fatto realizzare il peggior punteggio delle sue tre run di finale, e si è così accontenta della medaglia di bronzo. Summerhayes, invece, è riuscita ad ottenere il suo miglior punteggio, ma il suo 82.80 non è bastato per superare gli 85.80 punti della Zimmermann, che ha così avuto l'onore di disputare una terza run che è stata una passerella trionfale verso il traguardo.

Quindicesima l'altra Italiana iscritta alla gara, la ventenne Giorgia Bertoncini, che si è fatta male al ginocchio nell'ultimo allenamento prima della gara di qualificazione. Nonostante abbia comunque stoicamente provato a disputare la prova di qualificazione, si è dovuta fermare a metà percorso a causa del dolore.

In campo maschile il diciassettenne Fabian Boesch ha fatto esattamente lo stesso percorso effettuato dalla Zimmermann nella gara femminile: vittoria nelle qualificazioni, prima run di finale completamente sbagliata che è valso l'ultimo posto provvisorio, seconda run che è valsa la vittoria e passerella finale per festeggiare il primo titolo mondiale in carriera. Se poi si considera anche il fatto che sia Boesch sia Zimmermann sono due adolescenti, le somiglianze sono davvero tante. Le uniche due differenze consistono nel fatto che la finale degli uomini aveva dieci partecipanti e che Boesch ha fatto la passerella finale portando la bandiera del suo Paese. Anche nelle due finali tuttavia c'è una somiglianza, perché anche in campo maschile un atleta non è partito, lo svizzero Christian Bieri.

Al termine delle prima run della finale maschile al comando c'era l'australiano Russell Henshaw con 90.60 punti, che aveva fatto il vuoto rispetto alla concorrenza, con il primo inseguitore, lo statunitense Noah Wallace, che inseguiva staccato di 8.20 punti. Nella seconda run, però, a nulla è valso l'ulteriore miglioramento di Henshaw, che ha portato il suo score a 91.80, perché a quel punto Boesch si è dimenticato completamente degli errori commessi nella run precedente e ha stampato il 92.60 che gli è valso la vittoria finale. Nell'ultima run il ventiquattrenne Henshaw ha stampato un 90.00 che a nulla gli è valso per superare Boesch, e così l'australiano si è dovuto accontentare dell'argento finale. La medaglia di bronzo è andata al ventitreenne statunitense Wallace, a cui è bastato il punteggio di 82.40 ottenuto nella prima run per salire sul podio.

I quattro Italiani iscritti a questa gara sono rimasti tutti fuori dai dieci finalisti: il diciassettenne Ralph Welponer quattordicesimo, Christof Schenk ventunesimo, Igor Lastei ventiquattresimo, Simone Canal trentaquattresimo.

Il freestyle vivrà il suo prossimo appuntamento a questi Mondiali nella giornata di oggi con l'halfpipe: alle ore 10:15 le qualificazioni; le finali si disputeranno a partire dalle ore 18:00.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social