Questo sito contribuisce alla audience de

Cameron Naasz trionfa nell'apertura stagionale del Red Bull Crashed Ice a Quebec City

Cameron Naasz trionfa nell'apertura stagionale del Red Bull Crashed Ice a Quebec City
Info foto

Getty Images

FreestyleRed Bull Crashed Ice

Cameron Naasz trionfa nell'apertura stagionale del Red Bull Crashed Ice a Quebec City

È iniziata questo fine settimana con il Red Bull Crashed Ice di Quebec City la settima edizione del campionato mondiale di ice cross downhill. Il nuovo anno si è aperto con lo stesso vincitore della gara conclusiva della scorsa stagione, ovvero Cameron Naasz

Il ventiseienne Statunitense è stato dominante dal primo turno fino alla finale, imponendosi con autorità in tutte le batterie, guadagnando la prima posizione fin dalla partenza e incrementando il proprio vantaggio centimetro dopo centimetro. Neanche una caduta in finale all'imbocco dell'ultima curva prima del traguardo è riuscita a impedirgli di portare a casa il successo, il quarto della sua carriera nelle gare del Red Bull Crashed Ice, a cui va aggiunta anche la vittoria ottenuta l'anno scorso ad Hastings nella prima gara di Riders Cup della storia.

Dopo aver concluso le ultime tre stagioni nei primi tre posti della classifica generale senza però mai riuscire a vincere il titolo, l'atleta del Minnesota si è allenato duramente questa estate in modo da migliorare ogni singolo particolare di gara per riuscire a diventare campione del mondo. Il distacco inflitto ai suoi avversari è stato consistente in ogni turno, e specialmente nei vari segmenti di gobbe il divario tra lo Statunitense e i suoi avversari è quasi sempre aumentato considerevolmente.

Le posizioni dalla seconda alla quarta sono andate a tre Canadesi. Dean Moriarity e il campione del mondo in carica Scott Croxall, dopo aver vinto i rispettivi ottavi di finale, si sono ritrovati nella stessa batteria nei quarti di finale, dove hanno eliminato i tedeschi Martin Niefnecker e Fabian Mels, e nelle semifinali, in cui a uscire di scena sono stati lo svizzero Killian Braun e l'austriaco Luca Dallago. In finale, però, i due si sono dovuti arrendere a Naasz, con Dean Moriarity che ha ottenuto il secondo posto e Croxall che ha conquistato la terza posizione soffiandola all'ultima curva a Dylan Moriarity (gemello di Dean), classificatosi quarto.

L'austriaco Marco Dallago, campione del mondo nel 2014, è uscito agli ottavi di finale in seguito ad una caduta. L'atleta di Graz, ancora condizionato da un infortunio alla caviglia, ha chiuso al venticinquesimo posto.

La gara femminile si è conclusa con una tripletta canadese, Myriam Trepanier ha ottenuto la vittoria precedendo le connazionali Maxie Plante ed Elaine Topolnisky, classificatesi rispettivamente al secondo ed al terzo posto. Quarta la statunitense Alexis Jackson.

La gara a squadre ha invece visto il successo del team Living the Dream (Cameroon Naasz, Scott Croxall e Adam Horst), davanti al Team UNRL (Matt Johnson, Daniel Bergeson, Tommy Mertz, Maxwell Dunne), secondi, ed agli Steal17 (Reed Whiting, Daniel Guolla, Dean Moriarity, Dylan Moriarity), terzi.

Il prossimo appuntamento con il mondiale di ice cross downhill sarà a Wagrain-Kleinarl, in Austria, il 18-19 dicembre, con la prima tappa di Riders Cup. Il prossimo evento del Red Bull Crashed Ice sarà all'Olympiapark di Monaco di Baviera, in Germania, l'8-9 gennaio 2016.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social