Questo sito contribuisce alla audience de

Azzurri del freestyle a Stubai, sulle nevi di Hintertux i più giovani dei gruppi Coppa Europa

Foto di Redazione
Info foto

fisi.org

Freestyleallenamenti azzurri

Azzurri del freestyle a Stubai, sulle nevi di Hintertux i più giovani dei gruppi Coppa Europa

Da domenica 30 ottobre e per i primi giorni di novembre, lavoro fondamentale in Austria per le varie nazionali di specialità. Tutti i convocati del dt Pala.

Gli azzurri del freestyle si preparano a vivere un periodo di preparazione molto importante, in direzione vero e proprio start della stagione 2022/23.

Il direttore tecnico della nazionale, Bartolomeo Pala, in accordo con il responsabile settore Coppa del Mondo Valentino Mori, ha convocato quattro atleti delle squadre maschili di slopestyle freeski per svolgere un lavoro sulle nevi di Stubai, da domenica 30 ottobre e sino a domenica 13 novembre, che coinvolgerà Leonardo Donaggio, già protagonista in CdM con l'8° posto nell'esordio di Chur dedicato al big air, René Monteleone, Moritz Happacher e Miro Tabanelli, accompagnati dallo stesso Mori e dal tecnico Marco Delladio.

Si allenerà invece ad Hintertux, sotto la guida del responsabile settore Coppa Europa Damiano Miari Fulcis e di Luca Minigher, da martedì 2 a sabato 5 novembre, il terzetto composto da Elisa Nakab, Niklas Oberrauch e Filippo Levis.

Nella stessa località austriaca, ecco il gruppo Coppa Europa per quanto riguarda il team di slopestyle per quanto riguarda lo snowboard, con Leo Framarin, Matilde Pizzutto, Fanny Chiesa Piantanida ed Emma Gennero guidati dal responsabile di settore Jacopo Thomain.

Infine, a Stubai saranno presenti, per la settimana di allenamento che comincerà questa stessa domenica per terminare i lavori domenica 6 novembre, anche i ragazzi del gruppo CdM di slopestyle snowboard: il responsabile di settore Filippo Kratter ha convocato Emiliano Lauzi, Emil Zulian, Loris Framarin, Alberto Maffei e Ian Matteoli, seguiti dallo staff tecnico composto anche da Alessandro Benussi e Davide Cecconi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
29
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Val d'Isère, 8 dicembre 1972 e un esordio leggendario. La nostra intervista a Piero Gros a mezzo secolo di distanza

Val d'Isère, 8 dicembre 1972 e un esordio leggendario. La nostra intervista a Piero Gros a mezzo secolo di distanza

Ricorre un anniversario meraviglioso per la Valanga Azzurra e un campione indimenticabile: al debutto assoluto in Coppa del Mondo, un 18enne piemontese scrive la storia vincendo il gigante del Critérium de la Première Neige, ripetendosi 9 giorni più tardi a Campiglio in slalom, di nuovo con un pettorale altissimo. Abbiamo raggiunto il campione olimpico per farci raccontare, 50 anni dopo, la genesi di quel giorno che darà il via ad una carriera formidabile: Ho capito di andar forte tre mesi prima allo Stelvio con Thoeni, ma non pensavo neppure lontanatamente di potermi giocare la vittoria. Neppure dopo quella 1^ manche....