Sabato 23 Settembre, 18:19
Utenti online: 756

NovitÓ freeride per i Blizzard 2018

Sci Blizzard 2017/2018

Blizzard, dopo i successi della serie Quattro, conferma la gamma pista, ma rinnova completamente quella freeride-backountry e allmountain, con nuove costruzioni e nuovi progetti dedicati al freeski.

Blizzard punta molto al mercato freeride, e il mercato americano le da ragione: è uno dei brand più venduti e con le migliori performance, vincendo due volte di fila il Freeride World Tour.

I tecnici hanno rilevato come, negli ultimi anni, il mercato si sia molto segmentato, andando alla ricerca sci, da un lato, prettamente freeride, ma accesibili a tutti, dall’altro lato, invece, più allmountain.

Sotto quest’ultimo aspetto troviamo i nuovi Brahma e Bonafide, rispettivamente 88 e 98mm al centro. La nuova costruzione è chiamata flipcore e ha la particolarità che tutti i materiali vengono preformati prima di entrare nello stampo, così che il corretto rocker e camber sia predefinito su tutti i materiali che compongono lo sci e non “stressati” successivamente.
La struttura si compone di due strati di titanal su tutta la lunghezza dello sci e terzo strato sotto il piede, per dare maggiore governabilità in pista.
In particolare il Brahma e Bonafide sono stati avvicinati al concetto di sci in pista grazie ad un raggio più corto (17 mt) e coda più piatta, così da essere più semplici in pista.

Per quanto riguarda il freeride troviamo tre nuovi modelli, tutti con una nuova costruzione, che è stata migliorata nel backcountry: ogni sci è molto più leggero rispetto al passato, fino a 300gr per asta più leggero.
La struttura si compone di cinque diversi legni e un’anima titanal, materiale posizionato sopratutto sotto piede, assottigliandosi via via verso punta e coda. Queste ultime sono più leggere per una galleggiabilità migliore e più semplice gestione dello sci. Per non far sbattere punta e coda sono stati inseriti rinforzi in carbonio unidirezionale, così da assorbire le forze torsionali.
Gli della gamma freeride si adattano anche ad un utilizzo in pista, visto che hanno raggi du curva sotto entro 20mt.

Nei tre sci della gamma lo Spur ha una chicca in più. È ispirato alle tavole da surf: è stato aumentato lo spessore laterale per un maggiore appoggio in curva ed è stato ridisegnato il rocker in punta e coda per avere un vero galleggiamento anche a basse velocità. In più la sciancratura è asimmetrica: all’interno troviamo un raggio di 30mt e esterno 26mt, così da facilitare la curva anche ai neofiti del freeride.

ę RIPRODUZIONE RISERVATA