Sabato 20 Ottobre, 17:56
Utenti online: 1007

Sofia e Leo Luca Sforza: "Abbiamo seguito il nostro cuore e realizzato il nostro sogno"

Sofia e Leo Luca Sforza: 'Abbiamo seguito il nostro cuore e realizzato il nostro sogno'

Il “terremoto” verificatosi agli inizi di ottobre nelle coppie Junior all’epoca di stanza a Zanica aveva sollevato enorme curiosità tra addetti ai lavori ed appassionati italiani.

 I campionati italiani di Merano sono stati l’occasione per vedere dal vivo i risultati di questo nuovo assetto del panorama Junior, che in effetti sono sembrati piuttosto lusinghieri per entrambe le due nuove coppie prodotte nell’occasione.


Al termine della gara abbiamo quindi colto l’opportunità di incontrare due dei principali protagonisti della vicenda, i fratelli Sofia e Leo Luca Sforza, per raccogliere le loro prime impressioni dopo questa loro prima importante uscita pubblica.

 
“Eccoci finalmente qui ..... Riposati, felici e sereni....pronti per rispondere a tutto”.


- Ragazzi, la vostra decisione ha un po' colto di sorpresa tutto l'ambiente... Come è nata la decisione di separarvi dai rispettivi partners?
“Era da tanto tempo che desideravamo pattinare insieme,diciamo che era un sogno da sempre. abbiamo semplicemente trovato il coraggio di seguire il cuore e cambiare vita.”


- Leo, avevi fatto danza da bambino e per tanti anni ti eri dedicato ad altro, quanto è stata dura riprendere? Quali sono gli aspetti su cui ti stai concentrando di più nel tuo lavoro?
Non ho trovato particolari difficoltà nel tornare alla danza. Sono stato seguito bene dai nostri coach e da mia sorella  con tanta  pazienza e in tempi record abbiamo fatto tutto questo. Ora mi concentro sulla pattinata e sull'eleganza, prima non le mettevo in primo piano”.


- Un bilancio di questi primi importanti test che avete affrontato così precocemente dopo la formazione della vostra coppia... Siete sorpresi dal risultato dei campionati Nazionali?
“Siamo sorpresissimi e infinitamente contenti.. Non ci aspettavamo tutto questo, abbiamo lavorato tanto e con determinazione e i risultati sono arrivati, non potevamo aspettarci nulla di meglio dopo nemmeno due mesi che pattiniamo insieme e dopo un mese di lavoro sui programmi... C'è chi dice che abbiamo fatto i miracoli ma a noi piace dire che abbiamo creduto in noi e l'abbiamo voluto con tutto il cuore... E’ questa la verità.


- Creando i vostri programmi, in particolare il libero che non ha imposizioni di ritmo, avete già cominciato a pensare a definire un vostro stile, cosa avete privilegiato nella scelta delle vostre musiche?
“I programmi sono stati un po' un esperimento quest'anno ma da questi abbiamo scoperto di avere uno stile molto deciso ed energico, ma soprattutto una grande voglia di BALLARE.”


- Si dice sempre che una coppia di fratelli ha per forza di cose un repertorio più limitato perché viene ritenuto meno utilizzabile il repertorio "romantico", la scelta di "At last" per il free rappresenta una sorta di vostra sfida a questo pregiudizio o è del tutto indipendente da queste considerazioni?
Siamo italiani e abbiamo l'anima romantica.... Siamo fratelli e ci amiamo da morire perciò non crediamo a questo " falso mito" .... Il libero non è una sfida... L'abbiamo scelto perchè lo sentivamo nel cuore.”

 

Ringraziando Sofia e Leo Luca per la loro disponibilità auguriamo loro di tutto cuore buon lavoro e buona fortuna per il proseguimento della loro carriera.