Giovedì 23 Novembre, 4:57
Utenti online: 331
 
 

Devastazione a Vigo di Fassa

di diego
20 Settembre 2013
Giudizio:
Visite: 1644
 

Le piste, in continua espansione, che si sviluppano sul versante del Catinaccio verso Vigo di Fassa, stanno progressivamente devastando una zona che fino a pochi anni fa conservava il fascino e la bellezza della natura quasi incontaminata. Le brulle piste da sci oggetto di continua erosione pluviale dividono in una moltitudine di fazzoletti il bosco che separa il rigugio Ciampediè da Gardeccia. 

Dopo anni di assidua e fedele frequentazione di queste zone, ho deciso di spostarmi su Moena, dove rimane, almeno per ora, il Latemar come zona più naturale e conservata (nonostante lo scempio operato dalla società Gardoné in territorio di Predazzo, con il "circo" costituito in quota, a dispetto di territorio e rispettivi animali, ).

Pur essendo uno sciatore, so riconoscere il rispetto dell'ambiente e distinguerlo dallo sfruttamento devastante e senza scrupoli.

Se a Moena verrà realizzato il da molti agognato (e per fortuna da molti altri ostacolato), impianto verso il passo Carezza, abbandonerò turisticamente la Valle di Fassa, per spostarmi sia d'estate che d'inverno verso zone più conservate dal punto di vista ambientale, come le dolomiti friulane.





Torna alle Piste, Carezza