Questo sito contribuisce alla audience de

Milano-Cortina allo sprint finale: "Abbiamo dato tutte le garanzie per farcela". Alle 14 via alle presentazioni ufficiali

Milano-Cortina allo sprint finale: 'Abbiamo dato tutte le garanzie per farcela'. Alle 14 via alle presentazioni ufficiali
Olimpiadi

Milano-Cortina allo sprint finale: "Abbiamo dato tutte le garanzie per farcela". Alle 14 via alle presentazioni ufficiali

Al Tech Convention Center di Losanna è ormai tutto pronto per l'assegnazione delle Olimpiadi Invernali 2026

Attorno a Milano-Cortina, nel duello senza esclusione di colpi con Stoccolma-Are, c'è grande fiducia per un esito positivo del verdetto che, alle ore 18, sancirà chi avrà avuto la meglio in seno al CIO, tra la candidatura italiana e quella svedese.

Poco prima di pranzo, hanno parlato in conferenza stampa i vertici delle due delegazioni, in seguito alla presentazione (a porte chiuse) delle relazioni tecniche. Se la Svezia, per voce del numero 1 Richard Brisius, risponde sulle difficoltà logistiche che “il nostro paese ha il secondo sistema di trasporti al mondo dopo Singapore e siamo certi che un atleta possa fare la cerimonia di apertura e in meno di due ore arrivare a Sigulda e Are”, e sulla questione budget “abbiamo ampie garanzie, siamo assicurati e abbiamo riserve economiche nel caso qualcosa non vada come abbiamo preventivato”, l'Italia ha dovuto far fronte a dieci domande formulate dai membri del CIO durante la prima presentazione.

Fra i quesiti l’impegno per la legacy, l’eredità dei Giochi e il coinvolgimento delle nazioni africane nei programmi di sviluppo per le discipline invernali, la distanza fra Milano e Cortina, i trasporti, la situazione degli aeroporti, gli investimenti per il nuovo PalaItalia di Milano a Santa Giulia, la richiesta al sottosegretario Giorgetti di spiegare il coinvolgimento delle istituzioni. E poi la questione della doppia cerimonia di apertura: non solo San Siro o il nuovo stadio che il presidente del Milan, Scaroni, e il CEO dell'Inter, Antonello (entrambi presenti a Losanna), hanno promesso diventare realtà, ma anche la zona vicina al trampolino di Cortina.

Una bellissima presentazione”, ha sorriso mostrando fiducia e orgoglio il presidente del Coni, Giovanni Malagò, davanti ai media di tutto il mondo, mentre il Sottosegretario Giancarlo Giorgetti ha risposto in conferenza sulle garanzie economiche della candidatura. “Ci sono tre studi di università diverse, da Milano a Roma e Venezia: tutte ci dicono che le risposte saranno importanti, poi dobbiamo considerare la nostra esperienza legata all'Expo che ci ha rilanciato a livello mondiale. Senza contare che esiste tutto l’aspetto del turismo nelle Dolomiti”. Con il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che ha rafforzato il concetto: “Abbiamo le spalle coperte e solide”.

Lo stesso premier Giuseppe Conte, arrivato in mattinata nella città svizzera, ha definito “il paese compatto per cogliere un'occasione così importante. Siamo uniti e determinati per farcela”.

Alle ore 14, via alla presentazione ufficiale di Stoccolma-Are, poi alle 14.45 sarà la volta di Milano-Cortina con il video messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e la presenza dei tanti campioni azzurri chiamati a Losanna.

Con NeveItalia vi terremo costantemente aggiornati sull'evoluzione di una giornata che potrebbe diventare storica per l'Italia degli sport invernali: è prevista la diretta tv a partire dalle ore 13.45 su Raisport (con passaggio dalle 17.45 su Rai per il verdetto) e in streaming sul sito olimpico (link https://www.coni.it/it/134th-ioc-session).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social