Domenica 29 Maggio, 13:25
Utenti online: 577
Massimiliano Ambesi
Massimiliano Ambesi
Giornalista e commentatore di sport invernali

foto di Getty Images

Debutto stagionale a Riga per Evgeni Plushenko

Debutto stagionale a Riga per Evgeni Plushenko

Giovedì 7 novembre aprirà i battenti la ventiduesima edizione della Volvo Cup di Riga, evento di secondo livello che vedrà ai nastri di partenza anche Evgeni Plushenko.

Il fuoriclasse russo, da pochi giorni trentunenne, tornerà così ad affrontare una competizione agonistica dopo essersi ritirato al termine del programma corto degli ultimi Campionati Europei. Da quel lontano 24 gennaio, sono passati oltre nove mesi nel corso dei quali Plushenko si è lentamente ripreso da una delicata operazione alla schiena avvenuta esattamente una settimana dopo il doloroso ritiro.

Per il sette volte campione europeo, la gara in Lettonia rappresenterà un importante test prima di affrontare la Rostelecom Cup di Mosca, ultima tappa del Grand Prix di pattinaggio di figura in programma tra il 22 e il 24 novembre.

L'occasione sarà, peraltro, propizia per ottenere i per lui banali punteggi tecnici minimi (25 per lo short-program e 45 per il libero), fondamentali per acquisire l'eleggibilità olimpica.

A Riga, l'allievo di Alexei Mishin testerà per la prima volta davanti a pannello e giudici i nuovi programmi di gara, ancora coreografati dal fidato David Avdish. Per quanto concerne il corto, scenderà sul ghiacco sulle note di “Taka jak ty”, brano del gruppo ucraino Okean Elzy, inedito nel pattinaggio. Per il libero, invece, ha deciso di presentare un medley delle musiche di alcuni dei tanti programmi di successo del suo passato (Il Padrino, Tosca, Adagio, Tango Amore). Si tratterà di una sorta di tributo alla carriera che ripercorrerà la storia agonistica di uno dei pattinatori più vincenti della storia.

Archiviati gli impegni in pista di novembre, Plushenko dovrebbe poi prendere parte ai Campionati nazionali, che anche quest'anno si terranno presso l'Iceberg Palace di Sochi (23/29 dicembre) e, a seguire, ai Campionati europei di Budapest (13/19 gennaio). Proprio nella capitale ungherese, nell'ormai lontano febbraio 2004, venne sconfitto dal francese Brian Joubert, allora poco più che diciannovenne, nella novantaseiesima edizione della rassegna continentale.


Gli avversari più qualificati nella Volvo Cup dovrebbero essere i connazionali Artem Lezeev, vincitore del Memorial Panin di metà ottobreAlexander Petrov, quattrodicenne allievo dei coniugi Mishin qualificatosi per la finale del Grand Prix junior, e Zhan Bush, reduce dal terzo posto della Coupe de Nice. Andrà seguito con attenzione, sempre che confermi la sua presenza, anche Michael Christian Martinez, primo atleta filippino a conquistare un podio in una competizione ISU di primo livello. il campo partecipanti sarà completato dagli atleti di punta dei movimenti di Estonia, Finlandia e Ucraina, compreso
Yakov Godorozha.


Nella competizione femminile, figura tra le iscritte anche l'azzurra Giada Russo, rivelazione degli ultimi Campionati nazionali. La sedicenne di stanza a Torino dovrà vedersela tra le altre con la quotata australiana Broklee Han, tra le protagoniste dell'ultimo Nebelhorn Trophy, la finlandese Julia Turkkila e la britannica Jenna McCorkell.


La gara, nel complesso, più interessante si annuncia quella di danza. Al momento, l'elenco dei partecipanti annovera tra i tanti anche i tedeschi Zhiganshina/Gazsi, freschi dell'eleggibilità olimpica, i lituani  Tobias/Stagniunas, i polacchi Plutowska/Gerber, gli azeri Zlobina/Sitnikov, gli italo-slovacchi Testa/Csolley, le coppie di punta del movimento finlandese, gli estoni Shtork/Rand e gli italiani Bernardi/Mior e Alessandrini/Vaturi, secondi nella recente Coupe de Nice. In sostanza, dovrebbero essere della partita le coppie di secondo piano della scuola di Igor Shpilband, oltre ad una serie di competitivi binomi di stanza in Europa. Inoltre, dovrebbero esserci anche gli australiani O'Brien/Merriman, freschi della qualificazione oilmpica.

Tuttavia, come sovente avviene negli eventi di secondo livello, non si escludono rinunce dell'ultima ora.

 

A Minsk si disputeranno gare delle categorie novice, sia basic che advanced, junior e senior. Nella competizione junior femminile figurano tra le iscritte le promettenti italiane Sara Casella e Guia Tagliapietra. E' annunciato un importante contingente azzurro anche nella competizione novice advanced (Camilla Capellin, Greta Lupatelli, Martina Manzo e Chaira Paganin).