Domenica 20 Agosto, 23:10
Utenti online: 593
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Screenshot video Neveitalia

VIDEO - Alexia Runggaldier: "Ora so cosa posso fare e dove devo migliorare"

VIDEO - Alexia Runggaldier: 'Ora so cosa posso fare e dove devo migliorare'

Riprendiamo la serie delle nostre videointerviste ai big del biathlon italiano realizzate da Dario Puppo a Forni Avoltri durante il Summer Biathlon Festival, stavolta tocca ad Alexia Runggaldier.

Prima della single mixed relay disputatasi alla Carnia Arena si è disputata una gara di precisione al tiro e Alexia, che è una cecchina doc, l’ha vinta anche se per sua stessa ammissione le tremavano le gambe e non le era mai capitato malgrado faccia questi esercizi come allenamento insieme alla squadra. Più che altro è stato un problema relativo alla tensione della gara perché oltretutto i tiri venivano effettuati da fermo, l’adrenalina da competizione causa questi scherzi! Il tremore alle gambe si è manifestato soprattutto nelle due serie di qualificazione, poi la 25enne gardenese si è un po’ calmata.

A Frassinoro è stato bello, dice Runggaldier, ma era pericoloso essere sulla strada perché c’erano i buchi e anche se era messo tutto in sicurezza non si capiva bene se potevano passare delle macchine o no, a Forni Avoltri è meglio perché ci sono un poligono vero e la pista. E avere una pista dove potersi allenare in sicurezza è fondamentale, dice Alexia, perché lei con gli skiroll va sui passi e non si sa mai quello che può capitare. I risultati della scorsa stagione, due terzi posti di cui uno le è valso il bronzo iridato nell’individuale, hanno dato molta fiducia in se stessa all’altoatesina che ora sa cosa può fare e dove deve migliorare.

Runggaldier parla poi anche delle nuove leve che stanno arrivando e che vedendo lei e le sue compagne di squadra, specialmente Dorothea Wierer, capiscono dove possono arrivare e sono molto motivate. A proposito della Val Gardena gli atleti sono tanti e di tanti sport invernali, evidentemente secondo Alexia lo sci club locale lavora bene. Alexia infine ricorda che aveva come allenatore il papà di Michela Ponza, altra gardenese grande tiratrice, quindi aveva già una buona base al tiro e si augura che Michela trasmetta la propria esperienza agli juniores di cui ora è allenatrice.

Qui sotto la videointervista rilasciata a Dario Puppo da Alexia Runggaldier, buona visione!

Video : Intervista a Alexia Runggaldier - Carnia Arena - 15 Luglio 2017

Twitter: @aquila1968

ę RIPRODUZIONE RISERVATA