Domenica 20 Agosto, 23:11
Utenti online: 591

foto di Screenshot video Demaclenko

Accordi con Demaclenko per portare la neve in Russia e a Presolana-Monte Pora

Accordi con Demaclenko per portare la neve in Russia e a Presolana-Monte Pora

L’azienda produttrice di neve Demaclenko, nata nel 2011 quando Demac e Lenko entrarono a far parte del gruppo Leitner, è già pronta, malgrado il caldo, a portare la neve in montagna il prossimo inverno.

A fine giugno la ditta ha firmato un accordo col comprensorio bergamasco Presolana-Monte Pora, in cui ha avuto una parte importante il socio di maggioranza della società I.R.T.A. proprietaria del comprensorio Angelo Radici, che è anche presidente e CEO del gruppo Radici, realtà imprenditoriale nell’ambito della componentistica automotive molto conosciuta a livello internazionale con un fatturato che supera il miliardo di euro. L’attività imprenditoriale del gruppo è da sempre affiancata dallo Sci Club Radici, l’associazione di famiglia di cui faceva parte il grandissimo Fausto Radici.

Il comprensorio bergamasco, per avere costantemente neve a disposizione degli appassionati, ha attuato con supporto di Demaclenko, un’opera di ristrutturazione e di nuova costruzione di un impianto di innevamento, alimentato da un bacino idrico con una capacità di 35.000 metri cubi. Il progetto prevede il rinnovamento integrale di una sala macchine, un nuovo impianto di raffreddamento Cooling System, l’installazione di 40 generatori e del software di gestione Snowvisual. Il contratto è stato firmato da Roberto Mercaviglia, CEO della società I.R.T.A. SpA, e Andreas Dorfmann, CEO Demaclenko, in presenza del Presidente del gruppo Leitner, Anton Seeber, e di Angelo Radici.

Ma anche in Russia, dove fa molto freddo ma in proporzione le precipitazioni nevose sono poche, Demaclenko ha lanciato due progetti: a Veduchi, nel Caucaso del nord, e a Holdomi, il cui progetto prevede la realizzazione di un impianto completamente automatizzato che verrà costruito da zero, assicurando così al comprensorio sciistico una stagione con garanzia di innevamento. Oltre all’allestimento di due stazioni di pompaggio, è prevista anche la posa di oltre 80 pozzetti e numerosi generatori di neve Titan 2.0, in grado di produrre in un’ora 105 m³ di neve. Le temperature e i relativi tempi brevi di innevamento richiedono necessariamente una produzione della neve rapida e puntuale di questo tipo. Per alimentare l’intero impianto con le risorse necessarie, verranno posati inoltre 8.600 metri di tubi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA