Venerdì 31 Ottobre, 21:38
Utenti online: 936

foto di ę NewsPower Canon

Grande scialpinismo alla 37a Ski Alp Race Dolomiti di Brenta

Scialpinistica dolomiti del Brenta

La 37a "Ski Alp Race Dolomiti di Brenta" è pronta a partire per regalare agli appassionati un gran finale di stagione sulle Dolomiti di Brenta (TN), che domenica ospiteranno la 37.a edizione della Ski Alp Race. Una scialpinistica storica che, è bene ricordarlo, non ha mai mancato un'edizione, e che nei suoi quasi quarant'anni di attività è stata sempre apprezzata sia dagli appassionati sia dagli assi internazionali di sci & pelli.

E a proposito di numeri, per la verità, in quel di Campiglio c’è un po’ di… “preoccupazione”, soprattutto da parte del direttore di gara Rino Pedergnana. Anche quest’anno, infatti, le adesioni alla Ski Alp Race Dolomiti di Brenta sono in costante ascesa, un dato che fa sicuramente piacere agli organizzatori, ma che insieme impegnerà maggiormente l’organizzazione visto che uno dei vanti della rassegna campigliana è quello di aver sempre messo al primo posto la sicurezza dei propri concorrenti. Per rispondere alle copiose richieste di quest’anno, inoltre, il gruppo degli organizzatori dello Sporting Club Campiglio si è visto costretto ad aumentare il numero di bonus distribuito insieme al ricco pacco gara, ovvero il piumino tecnico Camp. Un capo ambito, previsto come bonus per i primi 200 iscritti ma che, visti i grandi numeri, sarà consegnato invece ai primi trecento partecipanti (cifra ampiamente superata).

Tra i tanti concorrenti, hanno già confermato la propria partecipazione molti nomi illustri del panorama internazionale, a cominciare dal neo campione del mondo Kilian Jornet Burgada, che finora non è mai riuscito a dominare la gara campigliana. A sfidarlo ci sarà Didier Blanc, suo compagno “di cordata” nelle gare della Grand Course, ma che sul Brenta punterà dritto al gradino più alto del podio. Il vincitore della gara potrà infatti ripartire in sella alla fiammante Ducati Hypermotard 796, firmata Valentino Rossi e Nicky Hayden, messa in palio dagli organizzatori per il primo concorrente della prova Senior uomini.

A rendere la vita difficile ai tanti campioni ci sarà anche l’azzurro del CS Esercito Damiano Lenzi, uno dei favoriti insieme all’altoatesino Manfred Reichegger (già vincitore nel 2006), senza contare che si sono già iscritti anche altri esperti del settore come Michele Boscacci, Alessandro Follador e Friedl Mair.

Per quanto riguarda la gara al femminile, le emozioni in azzurro sono garantite dalle due bormine Pedranzini e Martinelli, che alla Ski Alp Race daranno vita ad una bella “coppia internazionale” sfidando le due leaders di Coppa del Mondo, la spagnola Mireia Miro e la francese Laetitia Roux. Per le due valtellinesi la gara di domenica potrebbe anche essere l’occasione buona per una bella rivincita, visto che le due ski alper “d’oltralpe” le hanno recentemente battute nell’ultima gara a coppie della Grand Course.

Insomma, gli ingredienti per emozionare ci sono tutti e domenica, in un’annunciata giornata di sole, i concorrenti della 37.a Ski Alp Race si sfideranno sul percorso classico. Dallo scenografico Rifugio Boch a quota 2.085 metri, gli specialisti delle pelli di foca punteranno verso Cima Grostè, che riusciranno a scollinare dopo quasi 800 metri di dislivello e le decine di terribili inversioni che indubbiamente faranno una prima selezione tra gli atleti in gara. Un attimo di respiro per cambiare le pelli, e poi giù a capofitto lungo la vertiginosa discesa dal Campaniletto dei Camosci, una ghiottoneria per gli amanti della velocità, come lo svizzero Florent Troillet, vincitore della passata edizione della gara campigliana, che lungo quel canalone lo scorso anno sembrava un missile.

La successiva salita riporterà i concorrenti in alta quota fino a Bocca di Sella (2.760 metri), da raggiungere dopo tratti misti con gli sci e a piedi. Seguirà una nuova vorticosa discesa a tutta, prima di imboccare l’ultima fatica all’insù verso Passo Grostè. Ultimo cambio pelli, e i 4 km finali saranno in discesa verso l’arrivo, sempre nei pressi del Rifugio Boch. I protagonisti della "Ski Alp Race – Dolomiti di Brenta" 2011 macineranno complessivamente 1.835 metri di dislivello, spalmati lungo 18,5 km di tracciato.

Vuoi la “solita” bellezza della scialpinistica di Campiglio, vuoi l’allettante montepremi complessivo di questa edizione, e la voglia di “Ski Alp Race” è più forte che mai.  A quindici giorni dalla gara, sulle scrivanie del comitato sono già pervenute parecchie iscrizioni da tutta Italia e ci sono già conferme di tanti atleti di calibro mondiale.

La 37.a “Ski Alp Race – Dolomiti di Brenta” 2011 sarà Coppa delle Nazioni e Trofeo Regione Trentino-Alto Adige, e prevede anche la partecipazione delle categorie Junior e Cadetti, i cui percorsi saranno ridotti di alcuni chilometri, con due salite ciascuno e dislivelli prossimi ai 1.100 metri.

Winter Sport News

Località sciistiche

  • Vicine a Madonna di Campiglio
    • Pejo
      Pejo
    • Fai della Paganella
      Fai della Paganella
    • Passo del Tonale
      Passo del Tonale
    • Martello
      Martello
    • Monte Bondone
      Monte Bondone
  • hotel sulla neve Folgarida
    Gli hotel sulla neve selezionati e le offerte last minute
    Offerte Hotel a Folgarida
  • appartamenti Madonna di Campiglio
    Una vacanza in appartamento, offerte aggiornate ogni giorno
    Appartamenti Madonna di Campiglio
  • case Madonna di Campiglio
    Acquistare una casa o un appartamento in montagna Ŕ per tutta la vita!
    Case in vendita Madonna di Campiglio
  • Sissi: la regina delle Dolomiti
    di Sissi: la regina delle Dolomiti, il Libro di Licia Campi Pezzi
    Sissi: la regina delle Dolomiti
  • mappe
    Una mappa interattiva di tutte le localitÓ sciistiche delle alpi
    Naviga tra le localitÓ
  • Video e neve - videoreportage dalle localitÓ sciistiche
  • benessere montagna
    Speciale SPA & Beauty: i trattamenti e le strutture selezionate per ritrovare l'armonia con il mondo
    Benessere Montagna
  • vacanze ecosostenibili
    Speciale neve e ambiente: quando la settimana bianca si fa verde
    Vacanze ecosostenibili

Guida Materiali