Martedì 1 Settembre, 12:05
Utenti online: 722
Rino Galeno
Rino Galeno

Arabba 2012-13: nuova seggiovia esaposto Carpazza a Porta Vescovo

layout posizione nuova seggiovia carpazza

Nel comprensorio di Porta Vescovo si sono conclusi i lavori di costruzione della nuova seggiovia esaposto "Carpazza", che sarà la novità della valle di Arabba per la stagione 2012-13. Si tratta di un investimento importante di Sofma, la società che gestisce gli impianti di Porta Vescovo. Grazie al nuovo impianto sarà più facile usufruire delle belle piste del comprensorio, come la "Fodoma", la "Salere" o lo splendido muro della "Portados" senza dover scendere fino ad Arabba e poi risalire con la cabinovia o con il funifor insieme ai tanti sciatori che percorrono la Sellaronda o si recano in Marmolada.

L'impianto porta lo stesso nome della vecchia seggiovia biposto smantellata qualche anno fa, con cui il nuovo impianto infatti condivide gran parte del tracciato.  Il vecchio impianto biposto terminava però sulla sella del Portavescovo, poco sotto l’arrivo del funifor costringendo così gli sciatori a percorrere il primo insidioso ed affollato "muro", molto conosciuto soprattutto dagli sciatori principianti che per concludere il sellaronda devono loro malgrado percorrerlo spesso creando pericolosi ingorghi.   La stazione terminale della nuova Carpazza si troverà nello spiazzo sottostante il muro, da dove anche gli sciatori meno esperti potranno scegliere quale delle piste di Porta Vescovo affrontare.   La partenza del nuovo impianto sarà collocata alla fine della pista Fodoma.

Il produttore del nuovo impianto è la Leitner di Vipiteno, che fornirà un impianto provvisto di cupola protettiva, un comfort tutt'altro che secondario, vista anche la posizione non proprio soleggiata dell’impianto. Per Arabba si tratta del secondo impianto a sei posti, dopo quello che sale da La Vizza al Prelongé, nel comprensorio del Cherz.  I lavori si sono conclusi a metà settembre 2012, mentre i collaudi ministeriali sono attesi entro ottobre.

Due potenti motori elettrici da complessivi 630 kW saranno posizionati nella stazione a monte, mentre il magazzino per le 70 seggiole invece sarà realizzato alla stazione di valle. La seggiovia sarà lunga 1450 metri e consentirà di superare un dislivello di 417metri in soli 4 minuti e mezzo tramite 15 sostegni intermedi.

Gli investimenti di Sofma continueranno anche per la stagione 2013-14, quando sarà prevista la sostituzione della vetusta seggiovia biposto di Portadoss.