Martedì 24 Ottobre, 9:43
Utenti online: 1255
Andrea Ferretti
Andrea Ferretti
Giornalista, Freerider

European Outdoor Film Tour: c’è ancora spazio per l’avventura

European Outdoor Film Tour: c’è ancora spazio per l’avventura

Chi pensa che nel 2017 non ci sia più spazio per gli esploratori, l’avventura, e le grandi spedizioni negli spazi ignoti si sbaglia di grosso. L’European Outdoor Film Tour sta portando dal 6 ottobre nelle sale dei cinema europei una selezione di 7 film documentari dedicati all’outdoor e all’avventura, impersonati da atleti fuori classe e girati negli angoli più remoti del pianeta.

La nota comune a tutti è un grido all’unisono che canta: è ancora possibile ritrovarsi in balia degli elementi e della natura, lontani dalle città e dalla civiltà e vivere avventure straordinarie.

A seguire la trama di alcuni dei film in concorso più interessanti a tema neve e sci che noi di Neveitalia abbiamo avuto modo di vedere nella tappa di Milano di ieri 10 ottobre al cinema Orfeo.

Le prossime tappe nel corso di ottobre toccheranno tutte le principali città italiane, per maggiori informazioni visita la pagina ufficiale del Tour

Testimonial d’eccezione dell’intero Tour e protagonista di uno dei film in concorso, il famoso e carismatico alpinista bergamasco Simone Moro, che rispetto al suo film ha commentato:

La mia paura più grande è sempre stata quella di diventare un malato di vetta, di non essere capace di capire quando era il caso di girarsi e tornare a casa rinunciando ad un obbiettivo importante, per salvarsi la vita. Dopo una lunga carriera costellata di successi ma anche di grandi sconfitte credo di aver trovato un giusto equilibrio, e anche se il progetto del film che presento non è andato a buon fine sono già pronto per partire con una nuova spedizione a destinazione segreta il prossimo gennaio, felice di essere qui a raccontarlo

Ushba
Con i suoi 4.710 metri di altezza, il Monte Ushba attrae ormai da anni lo sciatore freeride svizzero Samuel Anthamatten. Nel luglio del 2017, insieme a Léo Slemett, il vincitore del Freeride World Tour 2017, e all’altoatesino freerider Markus Eder, Samuel si mette in viaggio verso la Georgia per sciare per la prima volta sull’incredibile cima dellacatena montuosa del Caucaso; alla scoperta della powder caucasica in un ambiente molto diverso da quello di casa.

Ice Call
Il freeskier Sam Favret segue il richiamo dei ghiacciai e mostra il “Mar de Glace” da una prospettiva completamente nuova. Il suo fun park è il più grande ghiacciaio della Francia, dove halfpipes, trampolini e tunnel sono una creazione della natura. Il breve documentario segue Sam in un mondo di neve e ghiaccio per una sciata elettrizzante fino in fondo al ghiacciaio.

Into Twin in Galaxies
Il viaggio di Ben Stookesberry, Sarah McNair-Landry e Erik Boomer prevede di scivolare con lo snowkite – ovvero sciando trascinati da una vela da kite - sulla gigantesca calotta glaciale in Groenlandia per poi scendere da un ghiacciaio attraverso un canale di acqua di disgelo, a bordo dei loro Kayak. Ma la Groenlandia li mette subito a dura prova. All’inizio della loro spedizione, Sarah precipita con lo snowkite, Boomer rischia la pelle lungo una cascata, e persino Ben, l’incallito esperto di spedizione, ammetterà che, raggiunte certe temperature, è impossibile avanzare in Kayak.

La congenialità
Simone Moro e Tamara Lunger sono due compagni di cordata diversi con grandi obiettivi e diciotto anni di differenza. Simone ha dimostrato più volte la sua bravura come esperto alpinista, conquistando vette altissime in inverno. Tamara che da anni segue il suo esempio, non è da meno. Fino ad oggi i ruoli erano chiari: Lui era il maestro e lei l’allieva. Ma, quando i due, durante i primi mesi del 2017, affrontano sul Kanchenjunga la più alta traversata di un ottomila, le circostanze costringono il duo perfetto a un improvviso cambio di ruoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA