Mercoledì 28 Giugno, 23:06
Utenti online: 921
Andrea Ferretti
Andrea Ferretti
Giornalista, Freerider

Derby de la Meije: 29 anni di follie per questi pazzi, forti sciatori francesi

Derby de la Meije: 29 anni di follie per questi pazzi, forti sciatori francesi

Si è tenuta venerdì scorso la 29esima edizione del Derby de la Meije, la classica pazza gara-evento sui pendii de La Meije, nelle montagne di La Grave, alpi francesi. I partecipanti – circa 600 - partono dal cancellino di partenza posto a 3550m sul dôme de la Lauze, hanno un passaggio obbligato al  col des Ruillans à 3200m di altitudine prima dell’arrivo che si trova a 2000m di dislivello più in basso, scegliendo la lineea preferita e nel minor tempo possibile.

I concorrenti possono partecipare singolarmente o in un gruppo e scendere scegliendo il mezzo che preferiscono - sci, snowboard, telemark, monosci e “mezzi speciali” le categorie. Si scia giù per il percorso che più stuzzica, scegliendo tra ampi pendii, ripidi canali, neve fresca, tracciata o gobbosa e vestiti nelle maniere più originali e vistose.

Una gara davvero fuori dagli schemi, informale, poco competitiva ed uno spettacolo unico. Ci prendono parte campioni, appassionati, amatori e gente fuori di testa. Gli organizzatori consigliano di fare un sopralluogo nei giorni precedenti per avere un’idea del percorso, che è parecchio lungo: 9km di discesa.

La gara è iniziata alle 10:30 e i concorrenti partivano a gruppi di una dozzina ogni minuto. I più bravi la scendono in meno di 7 minuti – 3 minuti e 37 il miglior tempo registrato - ma non manca chi si prende tutto il tempo necessario, mettendoci anche più di un’ore e mezza.

Leggendaria anche la tradizionale festa apres-ski con la tartiflette gigante e l’inizio dei festeggiamenti, in attesa dei risultati ufficiali nel tardo pomeriggio.

Foto : Derby de la Meije

Il comprensorio

La Grave è un piccolo paesino nelle Alpi francesi che conta poco più di 500 abitanti, situato ai piedi del ghiacciaio della Meije e del massiccio des Écrins. Si tratta di una delle aree freeride più belle in Europa, con uno sviluppo verticale di 2150m, che attira appassionati da ogni parte del mondo per percorrere i suoi bellissimi fuori pista.

La filosofia della Grave è freeride al 100%, i suoi percorsi si estendono su due vallate principali per circa 2000 metri di dislivello, attraverso pendenze di vario genere e panorami mozzafiato, non vengono mai battuti e quindi si presentano molto mossi con gobbe e riporti causati dal vento e dagli altri sciatori. La neve può essere di qualità variabile ed imprevista.

È disponibile su Youtube il film completo Derby de la Meije - "25 anni di follia controllata" 

© RIPRODUZIONE RISERVATA